MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “In dieci anni è cambiato tutto”

Jorge Lorenzo parla dei cambiamenti avvenuti in MotoGP negli ultimi dieci anni. Dorna ha messo tutti i piloti in condizione di salire sul podio.

19 ottobre 2021 - 11:07

Dopo l’addio alla MotoGP Jorge Lorenzo è ormai un felice e giovane pensionato. Investitore novello, commentatore su YouTube, di recente offre anche consigli di vita dai canali social. “È la perseveranza, più che il duro lavoro, che fa la differenza“; “Pensa in grande, costa lo stesso“. E ancora: “Si può capire la vita guardando indietro; per viverla guarda sempre in avanti“. Ma resta legato al Motomondiale da un cordone ombelicale che mai nessuno potrà recidere.

Passano i tempi, cambiano i piloti e anche l’atmosfera nel paddock. Il maiorchino mette in evidenzia la metamorfosi della Top Class avvenuta nell’ultimo decennio. “Rispetto a dieci anni fa il mondo della MotoGP è cambiato completamente“. Le distanze tra piloti e team si sono ridotti, quasi azzerati, per espresso desiderio della Dorna che punta su gare sempre più combattute. Jorge Lorenzo, ad esempio, ricorda il periodo in cui c’erano i cosiddetti Claiming Rule Team (CRT) oltre ai team ufficiali e ai team satellite. “La differenza con il pilota e la moto più veloci era di circa quattro o quattro secondi e mezzo sul giro. Oggi quelli che stanno davanti sono raccolti in sette decimi di secondo. È incredibile“.

Un cambiamento che ha spiazzato piloti di vecchia generazione come Valentino Rossi. Il podio è sempre più variegato, bastano pochi decimi per vincere o uscire fuori dalla zona punti. Una MotoGP che corre sul filo del rasoio e dei numero del cronometro. “In termini di prestazioni, attualmente tutte le moto possono salire sul podio e anche vincere. Questo non è mai successo in passato – sottolinea Jorge Lorenzo -. Dimostra il meraviglioso lavoro che Dorna ha fatto a poco a poco per creare questo equilibrio in campo“. Se da un lato lo show si è innalzato a livelli da cardiopalma, dall’altro assistiamo a sfide sempre più combattute che possono diventare un rischio per i piloti. E di questo si parlerà a lungo nei mesi a venire, a cominciare dalle classi minori.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

zannoni motoe sic58

MotoE: SIC58 punta su Kevin Zannoni per la stagione 2022

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez 100% riposo. Puig: “Problema inaspettato”

Valentino Rossi Ranch Tavullia

Valentino Rossi promette battaglia: i campioni arrivano al Ranch di Tavullia