Jack Miller MotoGP

MotoGP, Jack Miller: “Non paragonatemi a Casey Stoner”

Nella stagione 2022 di MotoGP Jack Miller dovrà guadagnarsi il rinnovo di contratto. L'alfiere Ducati respinge ogni confronto con il connazionale Casey Stoner.

3 gennaio 2022 - 16:25

C’è grande pressione su Jack Miller, forse troppa, in vista della stagione 2022 di MotoGP. Nello scorso campionato i vertici Ducati si aspettavano fosse lui il pilota di punta. E’ stato il primo a firmare con la squadra factory, il suo arrivo era stato previsto già verso la fine del campionato 2020. Ma a recitare il ruolo di primo attore è stato Pecco Bagnaia, con le sue quattro vittorie nella seconda parte di Mondiale. A Borgo Panigale vogliono a tutti i costi ritornare a mettere le mani sul titolo piloti, massimo supporto sarà garantito anche a Jorge Martin, tanto da promettergli una sella nel box ufficiale per il 2023. A patto che arrivino i risultati attesi.

Stoner e Miller destini diversi

Subito dopo i test MotoGP di Jerez Jack Miller è volato nella sua Australia. Sta ricaricando le batterie per arrivare al top della forma sulla griglia di partenza. In ballo c’è il rinnovo contrattuale, costringendolo a spingere sin dalla prima gara in Qatar. Il mercato non può attendere. Nelle ultime tre stagioni ha collezionato dodici podi (nove con Pramac Racing) e due vittorie. Il confronto con Casey Stoner è fuori luogo se non per la stessa nazionalità. Un paragone che non piace neppure allo stesso Miller: “Non voglio che il mio nome sia menzionato insieme al suo. Lui è una leggenda, ha fatto qualcosa di fantastico per questo sport“.

Casey e Jack si sono ritrovati nel paddock della MotoGP a Portimao e poi a Valencia. Il due volte iridato ha dispensato consigli ai due piloti Ducati, rivelatisi efficaci, per davvero o per coincidenza. Miller condivide lo stesso obiettivo del fuoriclasse: essere campione del mondo. Non ci sono attenuanti nel 2022: “Spero che un giorno potrò condividere il suo stesso trofeo“, ha aggiunto il quasi 28enne oceanico a Motorsport-Total.com. “E’ stato bello incontrarlo, non lo vedevo da un po’. Ci ha dato dei consigli dopo averci guardato in pista. Dobbiamo parlare con la Ducati in modo che possano investire un budget così che possa venire a qualche gara“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini

MotoGP, esclusiva Pernat: “Bastianini ha un solo obiettivo”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Lorenzo sr: “Andrea Dovizioso ha un grosso problema”

MotoGP, Massimo Rivola

MotoGP, Massimo Rivola: “Il futuro di Vinales dipende da noi”