jack miller motogp

MotoGP, Jack Miller: “Io e Joan Mir avremo l’occasione di parlare”

Jack Miller pronto per la tappa a Portimao, con un 'tatuaggio' in più sul braccio. "Il vero test sarà quando guiderò la MotoGP, ma mi sento bene."

15 aprile 2021 - 20:37

L’anno scorso ha chiuso la stagione MotoGP a Portimao con un gran duello ed il secondo gradino del podio. Quest’anno Jack Miller certo spera di essere ancora protagonista. Da segnalare un recente intervento per risolvere un problema di sindrome compartimentale, ma l’australiano del Ducati Team si dichiara a posto, pronto a scendere in pista ed a dare il massimo. Sottolinea anche l’adozione di una mentalità diversa: meno social e più concentrazione sul suo lavoro, che è anche la sua passione.

“Ho un nuovo tatuaggio” ha scherzato Miller mostrando la cicatrice del recente intervento al braccio. “In generale sto bene. Già mercoledì sono tornato a correre in bici indoor, poi venerdì ero in giro fuori. Il vero test sarà quando guiderò la MotoGP, ma per il momento mi sento a posto.” Non prevede particolari fastidi su una pista come Portimao. “È un tracciato fisico, ma in maniera diversa. Il problema si è verificato in Qatar, con curve ad alta velocità ed importanti angoli di piega. Ti trovi a lungo fuori dalla moto e sforzi tanto le braccia.”

“Jerez e Qatar sono i due circuiti in cui ho sentito di più questo problema, un po’ anche in Giappone. Ma sarà soprattutto a Jerez che capirò se la situazione è migliorata.” Riguardo all’incidente in Qatar con Joan Mir, “Sono stato assente dai social media, e non ho il suo numero. Sicuramente però ci troveremo durante il weekend ed avremo modo di parlare della cosa dai nostri differenti punti di vista della storia.” Ma più in generale, sottolinea di aver smesso di seguire assiduamente i social e ciò che si dice di lui.

“Cerco di mantenermi il più tranquillo e rilassato possibile per svolgere al meglio il mio lavoro e ciò che amo, ovvero correre in moto” ha dichiarato. Rispetto ad altri colleghi, niente psicologi. “Solo io, me stesso e me” è la risposta di Miller. “Non ne ho bisogno, sto bene con me stesso. Se sento o leggo qualche commento negativo, spengo tutto e mi concentro solo sul mio lavoro, senza perdere energie in altro. Quello che la gente scrive via internet non conta.”

Foto: Ducati Corse

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi si scusa con i fan: “Vado al massimo, mi dispiace”

motogp marc marquez

MotoGP, Marc Márquez: “La chiave è pormi sempre obiettivi realistici”

morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Ho forzato i tempi, ma è la scelta giusta”