MotoGP Maverick Vinales

MotoGP, Forcada: “Vinales e Stoner hanno avuto coraggio”

Ramon Forcada apprezza la decisione di Maverick Vinales nella stagione MotoGP 2021. Il pilota ha rinunciato a molti soldi per seguire un'altra strada.

13 gennaio 2022 - 7:55

Ramon Forcada è uno di quei personaggi che all’interno del paddock hanno pochi peli sulla lingua. Sa quando è il momento di tacere, ma non tralascia mai di esprimere la sua opinione più profonda. Capotecnico ai box Yamaha, ha raggiunto i suoi migliori successi al fianco di Jorge Lorenzo vincendo tre titoli mondiali.

La carriera di Forcada

Nato a Moià (Barcellona) il 24 maggio 1957, nel 1989 si occupava dei motori Cobas di Alex Criville, nell’anno del titolo della 125, il 1989. L’anno successivo era già capotecnico, nel 1993-1994 ha lavorato per la Showa, successivamente è stato sempre capotecnico in 250, 500 e MotoGP. Nel 2008 è arrivato in Yamaha con Lorenzo.

Ha saputo catapultare verso l’alto anche un talentuoso ma ancora acerbo Franco Morbidelli, ma per questioni “politiche” non ha potuto seguirlo nella squadra factory. Ed ora lo ritroviamo a supporto di Andrea Dovizioso, due veterani della MotoGP che potrebbero portare a grandi risultati se si troverà la giusta alchimia moto-pilota. Nel 2017-2018 Ramon Forcada ha lavorato anche al fianco di Maverick Vinales, prima che l’alfiere di Roses decidesse di sostituirlo con Esteban Garcia. Ma il tecnico catalano non ha mai provato rimorsi, sa bene che quando un pilota cambia il capotecnico va alla ricerca di nuovi stimoli.

Forcada elogia Vinales

Nella stagione MotoGP 2021 era nel box Petronas SRT, ma ha seguito con un certo interesse la vicenda di Vinales. Il divorzio coatto fra la Casa di Iwata e lo spagnolo è costata la Triple Crown alla squadra giapponese, Lin Jarvis più volte ha sottolineato questo aspetto con amarezza. Ramon Forcada rappresenta, invece, un po’ la voce fuori dal coro… “Mi piacciono le persone che rinunciano a qualcosa perché non ne sono più convinte. Non parlo solo di Vinales. Anche Casey Stoner lo ha fatto“, ha detto Forcada a Motorsport-Total.com. “Casey ha lasciato il campionato quando aveva sul tavolo un contratto da 12 milioni di euro. Penso che sia stata una scelta da grandissimo“. Vinales era il secondo pilota più pagato dopo Marc Marquez, ma non ha avuto esitazioni a rescindere il contratto per passare in Aprilia. “Vedremo come andrà. Ma almeno è stata una sua decisione. Per me ha un certo valore“.

“Come ho progettato il mio sogno” la magnifica autobiografia Adrian Newey, il genio F1

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP Joan Mir

MotoGP, Joan Mir vola a Sepang: tante novità e dubbi sugli avversari

Binder KTM MotoGP

MotoGP, Brad Binder: “Petrucci incredibile, che sfida alla Dakar”

MotoGP, Michele Pirro: “Sepang è un banco di prova importante”