MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo vs Joan Mir: pronti agli ordini di scuderia?

Fabio Quartararo e Joan Mir favoriti nella corsa al titolo MotoGP 2020. In casa Yamaha e Suzuki si preparano a futuri ordini di scuderia.

9 ottobre 2020 - 7:11

Fabio Quartararo e Joan Mir sembrano poter prendere il largo in classifica MotoGP. In attesa che il GP di Le Mans dia conferma o smentita. Il francese della Yamaha guida il Mondiale a quota 108 punti, mentre il pilota Suzuki insegue a -8. In una stagione fortemente incerta sembrano gli unici due a poter fare la differenza e a prendere il largo. A sei gare dalla conclusione del 2020 iniziano però a circolare ipotesi di ordini di scuderia…

La mappatura Ducati

Franco Morbidelli è distaccato di 31 punti da Fabio Quartararo, Alex Rins a 48 dal compagno di box. Per aggiudicarsi il titolo iridato potrebbero intervenire i vertici dei rispettivi team per chiedere di seguire ordini di scuderia. Il leader della Yamaha Petronas SRT rimanda al mittente certe congetture. “Per me non ci sarà mappatura 8 o ordine di squadra“, ha detto Quartararo a proposito di quanto avvenuto in Malesia nel 2017 sul monitor di Jorge Lorenzo. “Mi concentro su ogni singola gara. I miei compagni di squadra devono lottare per la vittoria. Non siamo all’ultima gara“.

I commenti di Morbidelli e Rossi

Dal canto suo Franco Morbidelli vuole giocarsela fino a quando l’aritmetica non lo condannerà. Sa di avere ancora delle possibilità per interpretare un ruolo da protagonista nel campionato MotoGP. “Non ci penso perché ho ancora delle possibilità anch’io. Inoltre, la squadra non me ne ha parlato. E in terzo luogo, penso che sarebbe una cosa contro la natura del nostro sport. Per questi tre motivi, non ci ho ancora pensato“. A Valentino Rossi è stata posta la stessa domanda. “Ordini di squadra? Fabio non è nella mia squadra, quindi non credo. Spero che me lo chiedano… Vedremo“.

In casa Suzuki

Ma a Portimao, ultimo round in calendario, tutto potrebbe succedere se necessario. Joan Mir e Alex Rins se la giocano ancora alla pari in questo GP di Le Mans, ma in caso di bisogno si dicono pronti ad aiutarsi. “Se non ho una possibilità per il titolo mondiale, cercherò di aiutare Joan. L’ho già fatto con Alex Marquez in Moto3“, ha detto Rins. “Ora non avrebbe senso perché vuoi portare la squadra al vertice. Se non hai una possibilità, allora devi aiutare il tuo compagno di squadra“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith

MotoGP, Bradley Smith e le ultime lamentele su Aprilia

alex marquez motogp

Spy MotoGP: Un nuovo telaio per i piloti Honda ad Aragón

savadori motogp

MotoGP: Lorenzo Savadori, Aprilia gli ‘regala’ Valencia e Portimao