Valentino Rossi e Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Valentino Rossi unico a livello di immagine”

Fabio Quartararo pronto a dare l'assalto alla prima vittoria in MotoGP. E ammette: "Da Valentino Rossi vorrei ereditare l'immagine e il rapporto con i fan".

10 luglio 2020 - 7:00

Fabio Quartararo avrà a disposizione una Yamaha M1 factory nel prossimo campionato MotoGP. Ha guadagnato la fiducia di Iwata, firmato un contratto con il team factory anzitempo, viene indicato come l’anti-Marquez per eccellenza. Il francese del team Petronas, che prenderà la sella di Valentino Rossi dal 2021, ha imparato a gestire la pressione, inevitabile dopo i risultati ottenuti nella stagione da rookie.

L’obiettivo è rubare lo scettro iridato a Marc Marquez e il calendario “sui generis” potrebbe giocare a suo favore. “Non so come batterlo, ma spero di scoprirlo presto“, ha ammesso in un’intervista a Cycleworld.com. “Inoltre, ho un buon rapporto con Marc. In pista siamo rivali, ma fuori pista siamo amici. Quando sono entrato in Moto3, correvo per la squadra di Emilio Alzamora. Ho avuto la possibilità di parlare con lui [Marc] molte volte e di chiedere consigli“. Probabilmente il Cabroncito mai avrebbe immaginato di dover fare i conti con lui a distanza di pochi anni.

L’EREDE DEL DOTTORE

Intorno a Fabio Quartararo ci sono tante aspettative, soprattutto dopo l’ufficialità del nuovo contratto con il team factory. Prenderà il posto di Valentino Rossi dalla stagione 2021, la prima vittoria in MotoGP sarebbe un bel biglietto da visita. “Quando ero un bambino, aspettavo fuori dal camper di Valentino per un autografo. Non sto ancora immaginando come sarà guidare per il team Yamaha factory. Inoltre non mi sarei mai aspettato di guidare con lui. Ho un buon rapporto con lui e, per me, è un sogno diventato realtà“.

Il pilota transalpino sa di dover ancora imparare dal campione di Tavullia, non solo in pista, ma anche in termini di “immagine e rapporto con i tifosi“. “Ricordo le celebrazioni sul podio che faceva nella 125cc. È stato puro divertimento e la gente lo ha adorato. Perfino mia nonna, che non seguiva la MotoGP, sapeva del Dottore! È stato in grado di raggiungere un pubblico incredibilmente ampio. Mi piacciono anche le sue battaglie, il suo stile di guida aggressivo. I suoi sorpassi su Sete Gibernau e Casey Stoner rimangono storici“. Riuscirà a conquistare i fan di Valentino Rossi? “Spero che siano dalla mia parte, anch’io sono cresciuto come fan del numero 46“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp aragon

MotoGP, la tecnica: cos’è successo davvero a Quartararo ad Aragón?

alex rins motogp

MotoGP, Teruel: Alex Rins morale alle stelle. “Mi piacerebbe ripetermi…”

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non siamo lontani dal nostro obiettivo”