MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo punta al trono di Marc Marquez

Fabio Quartararo ha tra le mani la possibilità di aggiudicarsi il titolo MotoGP. Dopo il nuovo forfait di Marc Marquez la strada verso il Mondiale è libera.

5 agosto 2020 - 9:23

La doppia vittoria in MotoGP di Fabio Quartararo stupisce avversari e compagni. A cominciare dal box Yamaha, dove si attendeva la sua prima vittoria in classe regina, ma pochi avrebbero pensato ad una netta superiorità su Maverick Vinales. Con una YZR-M1 factory ha condotto due gare senza sbavature a Jerez, con un freddezza spettrale e senza sbavature, rifilando oltre 4″ al futuro compagno di box. Una situazione non certo facile per il pilota di Roses che a lungo andare rischia un crollo psicologico.

Fabio Quartararo ha stupito anche gli avversari. Nel primo Gran Premio andaluso ha sbagliato solo la partenza, è scivolato subito in quarta piazza e dopo otto giri si è impossessato nuovamente della testa della corsa. Mettendo a sedere Ducati, Honda e compagni di marca. Alla faccia di chi due anni fa non avrebbe scommesso un solo euro sul francese anonimo della Moto2! In gara-2 ha dominato dall’inizio alla fine, pennellando le curve senza sbavature. Gli avversari contano di mettergli le ganasce su tracciati meno favorevoli alla M1, a cominciare da Brno e Spielberg, anche se non si escludono sorprese. Perché l’astro nascente della MotoGP sembra condividere una qualità unica con Marc Marquez: colmare le lacune tecniche della moto con il suo stile di guida.

Arriva arriva El Diablo!

Il suo arrivo in Yamaha ha costretto Maverick Vinales e Valentino Rossi a trovare le soluzioni ai problemi all’interno del proprio box. Con una M1 meno aggiornata ha subito messo in fila i piloti factory sul giro secco e poi in gara. Poche gare e Fabio si è subito ambientato ad una moto che, pur peccando in termini di velocità massima, ha una qualità invidiata da tutti: l’agilità di guida e la percorrenza in curva. “Attualmente Fabio si sta comportando eccezionalmente bene“, afferma Lin Jarvis. “Possa questa striscia di successo durare il più a lungo possibile“.

E ritorna subito alla mente l’esordio in Yamaha di Jorge Lorenzo, alla sua prima vittoria in MotoGP dopo appena tre gare. Quartararo ha impiegato un po’ di più, dovendo fare i conti con un Marc Marquez nel pieno del suo travolgente e monopolizzante dominio. Però il titolo mondiale potrebbe arrivare al suo secondo anno in Top Class, impresa riuscita al maiorchino dopo tre stagioni. ‘El Diablo’ sa di avere un’occasione unica tra le mani dopo il secondo forfait del campione di Cervera. E Dorna inizia a guardare con un certo interesse al nuovo epicentro mediatico.

1 commento

Max75BA
10:39, 5 agosto 2020

…sarebbe un risultato ancor più esaltante con una moto non ufficiale…Vinales rischia il prossimo anno di essere un secondo pilota…il nostro Dovi deve accorciare al più presto il distacco dal italofrancese

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mir Quartararo MotoGP

MotoGP, Barcellona: Quartararo e Mir a confronto, parlano i grafici

arenas mcphee moto3

Moto3: Albert Arenas e John McPhee, uno zero pesante a Barcellona

MotoGP, Herve Poncharal

MotoGP, Red Bull lascerà Tech3. Poncharal: “Con KTM non cambia nulla”