MXGP HRC Gajser Evans

MXGP: Tim Gajser, l’assalto al titolo 2020 ricomincia in Lettonia

La stagione MXGP 2020 riparte dal triplo evento a Kegums. Tim Gajser ricomincia la difesa del titolo, il rookie Mitch Evans ha ora la spalla a posto.

5 agosto 2020 - 7:05

L’attesa è finita, il Mondiale Motocross riparte questo fine settimana a Kegums, in Lettonia. Dopo una lunga pausa forzata scatta da qui l’assalto al titolo 2020 del campione in carica Tim Gajser, mentre il rookie Mitch Evans può ricominciare con la spalla ora a posto. Il duo HRC è pronto ad essere protagonista in questa complessa stagione MXGP, a cominciare dal triplo round che li attende in terra lettone, per un totale di tre gare in appena sette giorni (qui il nuovo calendario).

Cambia il format e c’è un protocollo serrato da seguire vista la situazione attuale, ma il morale è alle stelle. C’è voglia di ricominciare a competere ad alti livelli dopo una lunga sosta davvero inconsueta, dovuta ad una situazione chiaramente inaspettata. Tre tappe in pochi giorni sulla sabbia lettone, una vera sfida sia a livello fisico che meccanico per piloti e team. L’iridato sloveno ha lavorato duramente per essere in forma, disputando anche alcuni round del campionato sloveno. Evans è reduce da un evento in Francia, utile per testare la spalla lesionata a Valkenswaard.

“Una stagione piuttosto difficile visto tutto quello che è successo” ha dichiarato Tim Gajser, al momento 2° in classifica iridata e vincitore l’anno scorso a Kegums. “Sono davvero contento di tornare a competere nel Campionato del Mondo. Nei mesi scorsi ci siamo allenati molto per tenerci in forma, ma non è stato facile. Ora ricominciamo! Mi sono recato presto in Lettonia per essere sicuro che tutto fosse a posto. Il calendario è probabilmente il migliore possibile, con varie gare sulle stesse piste per limitare gli spostamenti, viste le diverse regole nei vari paesi. Sarà interessante anche testare il nuovo format, dovremo adattarci velocemente.”

Mitch Evans passo dopo passo sta tornando alla solita routine. “Sono contento di essere tornato in Europa, di aver ripreso gli allenamenti e di essere tornato a guidare la mia Honda CRF450RW. Mi sono allenato nel sud-ovest della Francia per due settimane, disputando anche una gara nel fine settimana. Un bell’allenamento prima di correre in Lettonia, un modo per riprendere il giusto feeling e per scrollarci così le ragnatele di dosso. La spalla poi va bene, non ho avuto alcun problema né ho avvertito dolore. Ora non vedo l’ora di tornare a correre in MXGP dopo tanto tempo, sicuramente sono tutti emozionati quanto me.”

1 commento

Max75BA
10:44, 5 agosto 2020

…siamo in attesa della decima, incrociamo le dita…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mxgp

MXGP: calendario 2021 aggiornato, spostato l’evento in Portogallo

tony cairoli mxgp

Tony Cairoli, nuova sfida a quattro ruote al Tuscan Rewind 2020

Gajser Cairoli MXGP

MXGP, Tim Gajser: “Cairoli un campione, 35 anni e sempre al top”