MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo e la responsabilità di sostituire Valentino Rossi

Fabio Quartararo prende il posto di Valentino Rossi nella stagione MotoGP 2021. Per ripagare la fiducia di Yamaha c'è un solo modo: vincere il Mondiale.

28 gennaio 2021 - 8:49

Fabio Quartararo ha già vestito i panni del team Yamaha factory, ma per il primo test MotoGP dovrà attendere la prima data utile a marzo. Reduce dalle tre vittorie del 2020, sembrava destinato ad essere l’anti-Marquez dopo le due vittorie nelle prime due gare. Poi qualcosa si è inceppato, soprattutto nella seconda parte del Mondiale. La M1 2020 ha reagito in maniera diversa rispetto alla versione dell’anno prima, quella a disposizione di Franco Morbidelli. Il team ha avuto difficoltà a trovare il giusto setting su ogni circuito, ma il passato è archiviato e la fiducia di Iwata era conquistata ormai da tempo. Tanto da assegnargli l’angolo di box finora destinato a Valentino Rossi.

E’ proprio il passato al centro dell’attenzione nella sua comparsa al programma francese ‘Clique’. Ricorda la Yamaha trionfante nel 2004, quando il Dottore ha vinto il suo primo titolo con la M1. All’epoca Fabio Quartararo aveva appena cinque anni. “Questa è la prima moto che ricordo. In quel momento mi sono detto: un giorno sarai anche tu un pilota da corsa“. Non ha mai nascosto che Valentino Rossi fosse il suo beniamino e ora sembra vivere in un sogno. Le strade si sono incrociate e persino scambiate. “È stato un momento così bello quando è venuto dopo la mia seconda vittoria a Jerez per congratularsi con me. Se qualcuno me lo avesse detto qualche anno fa, non ci avrei mai creduto“.

La scalata fino al box del Dottore

Ha debuttato nella classe Moto3 nel 2015, due podi in 13 gare e due pole position. Nel 2017 è stato promosso in Moto2 e ha ottenuto una vittoria, un secondo posto e una pole position in due stagioni. Zeelenberg e Razali hanno intuito il suo talento promuovendolo in MotoGP contro il parere di tanti. Ma all’esordio ha subito dimostrato di avere la stoffa del campione, con sei pole e sette podi. Nella sua seconda annata in Top Class arriva la prima, la seconda e la terza vittoria. Nel 2021 Fabio Quartararo sarà una delle due punte di diamante del team Yamaha factory. “Se penso che Yamaha ha scelto me per il dopo-Valentino, mi sento una grande responsabilità e anche un grande senso di gratitudine. Farò di tutto per ripagare la fiducia che mi è stata data“.

C’è un solo modo per rivelarsi all’altezza della situazione, vincere il titolo iridato. Dopo aver realizzato il suo sogno d’infanzia è tempo di mettere la ciliegina sulla torta. “Tre anni fa sembrava che non ce l’avrei fatta. È stato il momento più complicato della mia carriera. Ho ripensato ai sacrifici che ho fatto“. Con l’aiuto di un mental coach sta imparando a gestire le emozioni, perché la conquista di un Mondiale è anche un fattore mentale. “Devo concentrarmi sui compiti e non agire emotivamente“. A Misano è caduto due volte, da lì la sua discesa in classifica, ad eccezione della vittoria in Catalunya. Ergersi a erede di Valentino Rossi non sarà facile per nessuno.

3 commenti

makitari_15179021
12:44, 29 gennaio 2021

IMPOSSIBILE sostituire VV, mi spiace per gli altri candidati …

    makitari_15179021
    18:10, 29 gennaio 2021

    oooopssss … volevo scrivere VALENTINO ROSSI

      makitari_15179021
      18:34, 2 febbraio 2021

      Non è una responsabilità è un capestro … chi mai si sognerebbe di fare quello che VR ha fatto ?
      Ci vuole tente umiltà e tento POLSO.
      “Se sei incerto … tieni APERTO !!!”

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller: “Valentino Rossi è come Highlander”

MotoGP, Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, Lorenzo sr.: “Valentino Rossi competitivo fino al declino fisico”

jake dixon moto2

Moto2: Jake Dixon ed il rischio (scongiurato) del ritiro anticipato