MotoGP, Fabio Quartararo a Losail

MotoGP, Fabio Quartararo ‘Diablo’ scatenato: vittoria di gomme e mappature

Fabio Quartararo conquista la sua prima vittoria nella stagione MotoGP 2021. Nella seconda parte di gara gioca con gomme e mappe, poi festa al McDonald's.

5 aprile 2021 - 13:44

Vittoria di testa e strategia per Fabio Quartararo nel secondo Gran Premio della MotoGP 2021. 5° posto nella prima uscita stagionale, ha osservato il compagno di box vincere a Losail e si è rimboccato le maniche per la domenica successiva. Partito dalla seconda fila, deve lasciar partire le possenti Ducati, appollaiarsi in ottava posizione e attendere almeno una decina di giri prima di avviare la rimonta. 7° al dodicesimo giro, 5° in quello successivo, 4° al quindicesimo, 2° al diciottesimo, infine la zampata vincente su Jorge Martin.

Una volta davanti al gruppo ha potuto prendere il largo, guadagnando in medie 4 decimi a giro fino al traguardo. Fabio Quartararo e Yamaha non si sono fatti intimorire dalla potenza del motore Ducati sul rettilineo. Nel primo round MotoGP ha adottato una strategia troppo timida per ambire al podio. Poi ‘El Diablo’ si è scatenato: “La scorsa settimana ho guidato come un dilettante, non giocavo con le mappe, né con le gomme. Ho fatto il contrario in questa seconda gara e sono contento di aver vinto“.

Vittoria e piedi a terra

Un trionfo dal profondo sapore francese, con il connazionale Johann Zarco sul secondo gradino del podio. Non accadeva dal 1954 che due francesi conquistassero il primo e il secondo posto in classe regina. Una parte di merito va anche al suo stratega Diego Gubellini ai box. Piccole modifiche di elettronica per gestire al meglio l’usura della soft e cambi di mappature nella seconda parte di gara. “Le Ducati sono veloci in rettilineo e hanno un buon ritmo. È difficile batterli. Ma devi guardare te stesso e cercare di fare il meglio che puoi. Questo è quello che abbiamo fatto oggi e mi dà più fiducia per il futuro“.

Testa bassa e pedalare, perché la stagione MotoGP 2020 era iniziata ancora meglio, con due vittorie nelle prime due gare. La seconda con ben 8 secondi di vantaggio. “In questo momento credo nella nostra moto, ma non posso dire che funzionerà dopo. Al momento abbiamo una moto molto buona“. Piedi per terra anche per i festeggiamenti. “Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno creduto in me e, o addirittura, hanno dubitato di me. Non è stato facile. Ma ora mi godrò questa vittoria e andrò da McDonalds“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha