Carmelo Ezpeleta

MotoGP, Ezpeleta: “Su Valentino Rossi sono molto ottimista”

Carmelo Ezpeleta parla della imminente stagione MotoGP caratterizzata dal rischio Covid-19. E su Valentino Rossi: "Petronas SRT felice di lavorare con lui".

9 luglio 2020 - 12:45

Il GP di Jerez darà il via ad una stagione MotoGP che sembrava condannata all’annullamento. Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, ha salvato capre e cavoli stilando un rigido protocollo approvato dai Paesi ospitanti. Lo show è salvo e non mancheranno gli ingredienti per renderlo ancora più coinvolgente. A cominciare dalle notizie di mercato e dai contratti in attesa di ufficializzazione, come quello di Valentino Rossi.

REGOLE ANTI-COVID

La vita fuori e dentro al paddock sarà radicalmente differente per piloti, tecnici e meccanici. “Abbiamo fatto molto ed è nell’interesse di tutti i partecipanti al Mondiale rispettare le regole – spiega Ezpeleta a Motorsport-Total.com -. Spero che la situazione migliori in meglio, ma può peggiorare di nuovo. Il nostro protocollo è stato elaborato durante la fase peggiore della pandemia. Penso che il protocollo sia adatto per lo scenario peggiore. Se ci atteniamo ad esso, tutto andrà bene“.

Sembrava quasi fosse possibile ospitare 10mila fan a Jerez, ma poi si è preferito mantenere la linea dura. “A nostro avviso era una bomba a orologeria, impossibile controllare migliaia di persone. Resto aperto a suggerimenti, ma devono essere appropriati“. Difficile sarà gestire gli addetti ai lavori. “Coloro che si comportano in modo inappropriato e si infettano devono uscire. Se vediamo qualcuno dal paddock in un bar, li testeremo. Ma devo anche dire che ho molta fiducia nelle persone. Tutti coloro che lavorano in questo campionato sono consapevoli della gravità del problema. C’è stata una fase in cui non sapevamo se avremmo potuto correre“.

CALENDARIO FERMO E DESTINO DI VALE

Sarà una stagione MotoGP con 13 gare, difficilmente si aggiungeranno tappe extra-europee. Austin ha dato ufficialmente forfait, presto anche Termas de Rio Hondo. Le uniche speranze sono legate a Malesia e Thailandia. Entro il 31 luglio Carmelo Ezpeleta dovrà dare una risposta definitiva. “Se questa scadenza fosse oggi, dovrei dire che purtroppo non abbiamo gare fuori dall’Europa, quindi abbiamo ritardato il più possibile questa scadenza“. Difficile programmare la stagione 2021 se non ci sarà un vaccino anti-Covid a disposizione. “Dobbiamo adattarci alle circostanze come abbiamo fatto quest’anno“.

A tenere banco nel week-end di Jerez sarà anche il destino di Valentino Rossi. Potrebbe annunciare la firma con Yamaha Petronas SRT o forse lascerà ancora milioni di fan con il fiato sospeso. “Sono molto ottimista. Se gli indizi sono interessanti continuerà. Penso che Petronas sarebbe felice di lavorare con qualcuno del calibro di Valentino Rossi“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joan Mir ad Aragon

MotoGP, Joan Mir neo-leader: “Non mi interessa tanto il Mondiale”

morbidelli motogp

MotoGP, Morbidelli: “Il secondo GP sulla stessa pista è sempre diverso”

marquez honda motogp

MotoGP, Alberto Puig: “Una nuova conferma dei progressi di Alex Márquez”