MotoGP, Gigi Dall'Igna

MotoGP, Ducati: l’asso nella manica può essere Johann Zarco

Nella stagione MotoGP 2020 Johann Zarco salirà in sella alla GP19. Ducati si aspetta informazioni utili dal pilota che ha cambiato 3 costruttori in un anno.

25 gennaio 2020 - 14:01

All’indomani della spensierata presentazione a Bologna, Ducati ritorna al lavoro per proseguire l’evoluzione della Desmosedici GP20. Dopo i tanti sorrisi, le nuove livree e le belle parole è tempo di tornare alla rincorsa della Honda di Marc Marquez. C’è tanta curiosità in vista dei primi test MotoGP a Sepang e Losail, non solo per provare i nuovi aggiornamenti, ma anche per capire i segreti degli avversari, osservare i passi avanti compiuti durante l’inverno.

A cominciare dalla potenza della RC213V che nel 2019 ha colmato il gap da Ducati, in certi momenti persino superando la top speed della Desmosedici. Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, così come i vertici di Borgo Panigale, non sembrano troppo preoccupati dalla cavalleria sul rettilineo. Inutile girarci intorno, tutti si aspettano quel decisivo step atteso da tempo in percorrenza a centro curva. Allora sotto con il nuovo telaio e l’aerodinamica, l’asso nella manica di Gigi Dall’Igna che verrà svelato soltanto nell’ultimissima fase della preseason. Nella speranza non generi il vespaio di polemiche scatenate dal cucchiaio un anno fa.

I FEEDBACK DI ZARCO

Ma nel box Ducati si punta anche su un altro jolly: Johann Zarco. Nessuno come il francese può vantare una simile esperienza con costruttori MotoGP diversi: dal 2018 ad oggi ha potuto prendere confidenza con Yamaha, KTM e Honda. Qualche informazione utile potrebbe arrivare proprio da qui. Salirà in sella alla versione 2019 con cui dovrà rapidamente familiarizzare per guadagnarsi un prolungamento di contratto. Il sogno è approdare nel team factory, ma per renderlo realtà significa attendersi l’uscita di Dovizioso e Petrucci insieme a fine campionato.

Gigi Dall’Igna sa bene di dover sfruttare il bagaglio di Johann Zarco per raccogliere informazioni importanti. “Viene da moto completamente diverse, partirà senza pregiudizi. Le sue prestazioni ci consentiranno di comprendere meglio determinati limiti. Mi aspetto un contributo significativo in termini di raccolta dei dati“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pramac racing motogp

MotoGP: Pramac Racing si presenta il 4 marzo a Losail

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo: “Valentino Rossi uomo molto intelligente”

bastianini moto2

Moto2, Enea Bastianini: “La moto si muove parecchio su questa pista”