MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci: le tappe della nuova avventura rally

Danilo Petrucci sta per chiudere il decennio in MotoGP. Prime prove di rally con il marchio KTM, dopo Misano primo test sulla sabbia a Dubai.

7 ottobre 2021 - 15:57

Danilo Petrucci correrà ancora tre gare nella classe MotoGP, ma parte della sua attenzione è già rivolta alla prossima avventura nel rally con KTM. All’indomani della difficile gara di Austin, terminata fuori dalla zona punti, a causa di un problema fisico, il ternano volerà a Barcellona per un corso. “Jordi Viladoms, il team manager KTM, ha una scuola lì dove impari le regole e la navigazione. Saranno due giorni di teoria e due giorni di pratica“.

Viladoms è un ex pilota automobilistico che ha gareggiato per molti anni nel Rally Dakar con i colori KTM ed è team manager della squadra ufficiale KTM dalla fine della sua carriera. “Mi mostreranno tutto quello che devo sapere. Poi viaggerò da Barcellona a Misano“. Sarà l’ultima gara sul circuito di casa con la MotoGP per Danilo Petrucci, alla sua decima stagione in classe regina. Sul tracciato adriatico non ha mai raccolto grandi risultati se non un podio nel 2017.

Petrucci proverà presto la KTM 450 rally nel deserto. “Il primo test con la moto si svolgerà prima  di Portimao e sarà nel deserto“, ha aggiunto il 30enne di Terni. “Dobbiamo pianificarlo un po’ più attentamente, ma penso che proverò per due o tre giorni a Dubai“. Dopo il test sulla sabbia correrà gli ultimi due GP a Portimao e Valencia, dove sarà il momento di salutare gli amici del paddock. E comincerà la vera preparazione per la nuova avventura rally. “Il vero allenamento [per la Dakar] inizierà subito dopo“. La Dakar 2022 si svolgerà in Arabia Saudita dal 1° al 14 gennaio.

1 commento

Max75BA
17:26, 7 ottobre 2021

…avrei voluto vederlo in sbk però la Dakar è una gara di una durezza e pericolosità unica, impossibile non ammirare il buon Petrucci e tutti i piloti soprattutto i centauri che si sfidano in questa gara.
p.s. stiamo parlando di una gara che probabilmente ha in media 1 morto per incidente ad anno…come la mettiamo dal punto di vista etico???

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo e Marc Marquez

MotoGP, Quartararo-Marquez: Honda sogna il nuovo ‘dream team’

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò pilota senza bandiera: “Non sono indipendentista”

Superbike, Jonathan Rea

MotoGP, Jonathan Rea: “Grazie a Valentino Rossi”