MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci ha firmato con KTM: Andrea Dovizioso senza alternative

Danilo Petrucci ha firmato un contratto 1+1 con KTM. Andrea Dovizioso non ha alternative a Ducati per pianificare il suo futuro in MotoGP.

23 giugno 2020 - 8:39

Danilo Petrucci non ha fatto una semplice visita in Austria la scorsa settimana. Da Mattighofen sarebbe tornato con un contratto biennale per le stagioni MotoGP 2021 e 2022. Una trattativa velocissima, come riporta Paolo Ianieri de ‘La Gazzetta dello Sport’. Anche se non è mancato un pizzico di fortuna ad Alberto Vergani e al suo assistito, dato che il trasferimento di Pol Espargarò in HRC ha subito un’accelerazione. Non ci sarà bisogno di attendere la data del 15 settembre, prima del Mondiale potrebbe esserci già l’annuncio.

Sin dall’inizio Petrux è stato preferito a Cal Crutchlow, estromesso dalla Honda per fare spazio ad Alex Marquez, sia per questioni di età (35 anni ), sia per il carattere. E soprattutto per essere da tantissimi anni testimonial della Monster, bevanda energetica rivale della Red Bull, che invece colora le carene della RC16 e il cui proprietario, Dieter Mateschitz, vanta un rapporto strettissimo con la casa austriaca. Per Danilo si vocifera di un contratto 1+1, con un’opzione in favore della KTM. Non si hanno indiscrezioni sulle cifre, ma certamente più di quanto abbia guadagnato in Ducati (poco più di mezzo milione nel 2019, circa 750 mila per quest’anno).

Adesso tocca al pilota ternano guadagnarsi la fiducia dell’azienda, mettendosi alle spalle i cali nella seconda parte di stagione che lo hanno contrassegnato negli ultimi anni. La firma del contratto chiude ogni via di uscita ad Andrea Dovizioso. La trattativa con Ducati sta subendo qualche rallentamento di troppo e l’unica alternativa valida resta Aprilia, anche se tutto dipende dal destino di Andrea Iannone. Non c’è accordo sulle cifre, sia per le stagioni 2020 che per il futuro. Nelle ultime ore avanza l’ipotesi di un clamoroso ritorno di Jorge Lorenzo. Ma in caso di firma del vicecampione di MotoGP il castello di carte crollerebbe irreversibilmente.

1 commento

rainbowkava1_14908363
16:13, 23 giugno 2020

Patrucco fa benissimo ad andare in KTM e purtroppo se davvero il pensionato maiorchino vuole tornare per Dovi si mette male, da sempre la Ducati è fallimentare con i piloti, basta vedere quanti ne ha bruciati. Sarebbe davvero ironico che Lorenzo tornasse con gli stessi risultati con la Honda, di sicuro si ricomincerebbe con la litania dei serbatoi…..

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP: Come raggiungere l’Europa? Piloti in viaggio con l’aiuto Dorna

Valentino Rossi al Ranch di Tavullia

Ranch di Tavullia: il tempio di Valentino Rossi in tre configurazioni

Espargaro KTM MotoGP

MotoGP, Honda annuncerà Pol Espargarò prima di Jerez