MotoGP, Enea Bastianini in Catalunya

MotoGP Catalunya, Enea Bastianini: “Qualifiche condizionate dalla caduta”

Enea Bastianini 17° dopo le qualifiche MotoGP in Catalunya. Una caduta nelle fasi iniziali della Q1 ha condizionato il risultato finale.

5 giugno 2021 - 16:04

Qualifiche MotoGP subito in salita per Enea Bastianini che è caduto nelle fasi iniziali della Q1. Il rookie del team Esponsorama ha riscontrato difficoltà già nel corso delle Prove Libere3, quando ha concluso al penultimo posto con un distacco di 1,8″ dal best lap. Nelle FP4 ha concentrato l’attenzione sulle mescole media e hard in ottica gara con un 17° crono finale.

La mancanza di grip del tracciato catalano sembra creare qualche problema di troppo al giovane romagnolo. “Giornata un po’ difficile già da stamattina quando sono caduto dopo tre giri. E’ mancato un po’ il feeling, nelle FP4 abbiamo provato a capire un po’ le gomme per domani. Invece nelle qualifiche ho fatto un tempo discreto, ma non è bastato per entrare in Q2. Non siamo distanti, dobbiamo trovare qualcosina per domani che mi faccia girare un po’ più sciolto e in gara si vedrà“.

Performance nelle qualifiche MotoGP condizionata in gran parte dallo scivolone iniziale. “La caduta mi ha tolto qualcosa, non mi sono sentito proprio a mio agio. Non ci voleva, la gara però è domani, voglio fare una bella partenza e rimontare“. A Enea Bastianini non resta che studiare la telemetria, per cercare di intervenire sulle aree problematiche della sua Ducati Desmosedici GP19. “Il problema principale è l’ultimo settore, nelle frenate blocco troppo il davanti e non riesco a staccare come voglio. Adesso lavoreremo sui dati per capire dove dobbiamo migliorare“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

moto2 morbidelli sachsenring

Moto2, Italia vincente al Sachsenring solo con Morbidelli. Ed in 250cc…

La Honda RC213V nel test in Catalunya

MotoGP, Alberto Puig: la Honda “total black” resta top secret

MotoGP, Franco Morbidelli e Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Il Sachsenring è una pista diversa”