crutchlow motogp

MotoGP, Cal Crutchlow: “La frizione slittava fin dal warm up lap”

Cal Crutchlow sfortunato ad Aragón: un guaio alla frizione compromette una gara che poteva rivelarsi molto positiva. "L'ottavo posto è stato il massimo possibile."

19 ottobre 2020 - 15:37

Il Gran Premio MotoGP di Aragón si stava rivelando piuttosto positivo per Cal Crutchlow: 3° in qualifica, miglior Honda in griglia. Purtroppo la gara è stata tutt’altro: al via il britannico ha perso tantissime posizioni, ma il problema si era palesato già nel warm up lap. Di cosa si trattava? Nientemeno che di un guaio alla frizione. Condizionata così la sua partenza e di conseguenza anche il suo GP si è rivelato ben più complesso del previsto. Ma potrà subito rifarsi, visto che a breve si torna in azione sempre sulla stessa pista.

“Certo non è arrivato il risultato che ci aspettavamo” ha sottolineato Cal Crutchlow a gara conclusa. Come detto, prima fila in qualifica da cui ci si attendeva molto, prima dell’imprevisto. “Nel warm up lap abbiamo accusato un problema percorrendo il rettilineo posteriore: la frizione slittava tantissimo. Una volta allineato in griglia quindi non sapevo bene come comportarmi.” Un bel problema che ha condizionato pesantemente la sua prima parte di gara: al via infatti abbiamo visto in quanti sono riusciti a sfilarlo senza difficoltà.

“La frizione ha continuato a slittare moltissimo nei primi tre giri, poi in misura minore fino al 6° giro. A quel punto però mi sono ritrovato in 12^ posizione.” Da quel momento quindi l’alfiere LCR Honda ha dovuto dare vita ad una rimonta difficile, riuscendo a risalire all’interno della top ten. “L’ottavo posto è stato il massimo che potessi ottenere dopo le difficoltà accusate in partenza. Nonostante tutto abbiamo svolto un buon lavoro. Ora prendiamo i lati positivi di questo weekend e pensiamo già al prossimo Gran Premio.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torino Suzuki MotoGP

MotoGP: la maglia celebrativa del Torino F.C. per il Mondiale Suzuki

MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: la “gabbia” della MotoGP e la libertà del motocross

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”