MotoGP, Davide Brivio

MotoGP, Brivio esclude Valentino Rossi: “Continuiamo con Mir e Rins”

Davide Brivio, team manager Suzuki, esclude l'ipotesi Valentino Rossi per la prossima stagione MotoGP. "Noi continuiamo con Rins e Mir".

17 febbraio 2020 - 8:40

Nella stagione MotoGP 2019 la Suzuki di Davide Brivio ha contribuito a rendere il campionato meno noioso. Le due vittorie di Alex Rins sono un rispettabile biglietto da visito per il Mondiale ormai alle porte. L’intenzione per il mercato piloti è rinnovare con entrambi i piloti, Valentino Rossi non è una possibile idea. Marc Marquez resta pur sempre il grande favorito, ma insieme alle Yamaha ci sarà anche la casa di Hamamatsu a provare a rendergli la vita difficile. “Vincere il Mondiale è il sogno di tutti, ma questo è un campionato difficilissimo – ricorda il team manager italiano -. Diciamo che stiamo facendo un percorso per arrivare a lottare per il titolo… l’obiettivo è giocarsi il podio in tutti i GP, migliorare il quarto posto in campionato dell’anno scorso“.

SUZUKI CONTINUA CON RINS E MIR

La GSX-RR ha compiuto dei piccoli passi avanti in ogni area. Inoltre Alex Rins e Joan Mir hanno un anno di esperienza in più che può fare la differenza. “Rins ha preso fiducia e sicurezza, sa di poter vincere delle gare – ha proseguito Brivio a ‘La Gazzetta dello Sport -. L’anno scorso è stato troppo incostante, spesso in difficoltà in qualifica: nonostante questo, ha vinto due gare, finendo quarto in campionato. Credo abbia ampio margine di miglioramento. Per quanto riguarda Mir, ha potenziale e grande talento: nel 2019 ha raccolto meno di quanto potesse. Ma rimango convinto del suo valore: la sua crescita può creare una sana competizione all’interno del box“.

Nei giorni scorsi Gigi Dall’Igna ha parlato di un interesse della Suzuki nei confronti di Maverick Vinales. Una notizia che Davide Brivio smentisce a metà: “Ci sono dei momenti nei quali tutti parlano con tutti: il manager di Viñales (Paco Sanchez; n.d.r.) lo è anche di Mir, ho parlato con lui come con altri. Ma durante il GP del Giappone abbiamo deciso che vogliamo continuare con i nostri attuali piloti“. Yamaha ha anticipato il mercato piloti MotoGP scritturando Vinales e Quartararo con largo anticipo. “Sicuramente non era una situazione facile da gestire con tre piloti e due posti nel team ufficiale. Professionalmente, ero curioso di vedere come sarebbe andata a finire: diciamo che non pensavo che Valentino Rossi si sarebbe trovato in una situazione così“. Ci farebbe un pensiero per portarlo in Suzuki? “Lui vuole la M1 e noi stiamo confermando i nostri piloti…“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso, Marc Marquez e Valentino Rossi

MotoGP, Rossi-Marquez-Lorenzo: tre interrogativi per Jerez

motogp cota

MotoGP: Gran Premio delle Americhe ufficialmente annullato

MotoGP, Valentino Rossi

Nico Rosberg: “Spero che Valentino Rossi non abbia paura”