alex marquez motogp

MotoGP, Alex Márquez: “Un vero podio, con le maiuscole”

Altra gara MotoGP memorabile per Alex Márquez: il rookie Honda continua a fare grandi passi avanti. E arrivano anche i complimenti di Jorge Lorenzo.

18 ottobre 2020 - 17:47

Pochi avrebbero pensato di rivedere Alex Márquez sul podio a pochi giorni dal primo, ottenuto su pista bagnata. Ma il rookie del Repsol Honda Team realizza un’altra gran gara, stavolta su pista asciutta. Una risposta ancora più netta a chi ha avuto a lungo da ridire sulla sua promozione in classe regina, avvenuta da campione sia Moto2 che Moto3. “Adesso vedete perché l’abbiamo scelto” ha dichiarato Alberto Puig dopo Le Mans. Márquez jr continua a rispondere in pista, da casa il fratello Marc ‘a riposo’ continua ad esultare ed arrivano anche i complimenti del predecessore Jorge Lorenzo.

Scattato dall’11^ casella (il suo miglior risultato in qualifica), il campione Moto2 in carica si è reso protagonista di una costante rimonta su chi lo precedeva. Presto si è messo in evidenza come il più rapido in gara e la progressione l’ha confermato. Fino a raggiungere l’ex compagno di box delle classi minori, Alex Rins, che ha messo lungo sotto pressione a caccia della prima vittoria. Alla fine è secondo, ma la crescita dell’esordiente di casa Honda è esponenziale. Attenzione anche a lui tra sette giorni, visto che si corre di nuovo al MotorLand Aragón…

Stavolta appare davvero soddisfatto davanti ai microfoni Dorna: aveva considerato fin là il podio sul bagnato, ma stavolta… “Questo è un podio asciutto, uno vero e proprio, con tutte le maiuscole” ha sottolineato Alex Márquez con un largo sorriso. “Sono felicissimo e molto fiero del lavoro della squadra. Mi sono sentito bene con la moto fin da subito, è stata una gara davvero divertente.” Anche se ammette che “Mi è mancato qualcosa sul finale. Ormai puntavo alla vittoria, ma ho commesso un piccolo errore negli ultimi giri. Non posso lamentarmi però, è il secondo podio in due gare!”

Spiega poi di aver avuto qualche dubbio per quanto riguarda le gomme. “Dopo il warm up avevo considerato la media anteriore, poi anche la dura. Alla fine ho scelto la doppia soft, ma devo ammettere che sul finale di gara ho sofferto un po’ in frenata.” Con tanto di leggero scossone negli ultimi giri. “Ma era sotto controllo, non è stato un grande problema, anche se sono andato davvero vicino a Rins…” Come detto, la prossima settimana si corre di nuovo su questo stesso tracciato. “Conosciamo la pista, le gomme… Possiamo pensare a sistemare i nostri punti deboli.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp

MotoGP Teruel, Quartararo per la rivincita: “Sappiamo dove migliorare”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci sbarca su Cameo: video di auguri da 46 euro

arenas moto3

Moto3: Arenas vs Ogura vs Vietti, il punto sulla top 3 mondiale