MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargaró: “Mio fratello Pol migliore di Zarco”

Aleix Espargaró ripercorre l'esordio in MotoGP di suo fratello Pol con Yamaha Tech3: "Risultati ingiusti, credo sia migliore di Zarco".

26 aprile 2020 - 17:45

Aleix Espargaró correrà la sua undicesima stagione in MotoGP, può ritenersi uno dei piloti più esperti sulla griglia. Il 2014 fu una delle sue migliori stagioni in classe regina concludendo al settimo posto finale, miglior pilota Open con il team Forward Yamaha. Quell’anno conquistò il suo unico podio nella massima serie, sul circuito di Aragón. “Penso che non sia stata la mia migliore gara in MotoGP. Ovviamente come risultato sì perché sono finito sul podio con una moto Open, è stato incredibile“, ricorda a DAZN. “Ma penso di aver fatto gare migliori, quella australiana dell’anno scorso è stata molto buona“.

Il pilota di Granollers è un atleta “operaio”, i suoi risultati derivano da un meticoloso lavoro tecnico e fisico. Qualche giorno fa Marc Márquez lo ha indicato come il pilota che lavora di più in Top Class. “Gli ho scritto e l’ho ringraziato. Alla fine le gare sono come sono, i migliori al mondo sono lì, è molto difficile vincere. Lavoro in MotoGP da molti anni. So che se sono dove sono non è per il talento, che credo di avere, ma è per il lavoro. Penso di essere uno di quelli che lavora di più, ci lascio la vita fisicamente. Se il miglior pilota della storia ha detto quello che ha detto, è molto apprezzato“.

LA CARRIERA DI SUO FRATELLO POL

In passato è stato ad un passo dal passaggio in Ducati, prima che Andrea Dovizioso nel 2015 decidesse di restare al suo posto. Allora ha optato per Suzuki, un biennio molto buono con molte gare chiuse ai piedi del podio. Dal 2017 la sua militanza in Aprilia, intraprendendo un progetto nuovo che adesso dovrebbe portare i primi frutti. Durante il suo colloquio con Ernest Riveras, Aleix Espargaró ha anche parlato dell’ipotetico passaggio di suo fratello Pol in Honda. Difficile sapere se riuscirebbe ad adattarsi alla RC213V. “La KTM è cresciuta un po’ con quel DNA, forse per via di Mike Leitner che viene dalla Honda“.

In merito alla carriera del fratello minore, ritiene che non abbia avuto molta fortuna con la Yamaha Tech3. Furono tre stagioni MotoGP senza nessun podio, ma raggiungendo la sesta piazza finale al debutto in MotoGP nel 2014. “Non credo che la fortuna e i risultati siano stati giusti con Pol. Per me sinceramente Pol è infinitamente migliore di Zarco“. Nonostante il francese abbia totalizzato sei podi in due anni con la M1 del team satellite. “Zarco ha avuto un anno spettacolare con la Yamaha, Pol non è stato in grado di tirare fuori il meglio dalla moto per lottare per il podio. Al livello attuale di Pol, con quella M1 sarebbe salito sul podio“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp miller

MotoGP: Jack Miller, guerra alle Yamaha. “Evitando visiere a strappo!”

motogp catalunya sky sport

MotoGP, Barcellona: Orari del 27/09, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8

motogp yamaha

MotoGP: Rossi, Quartararo, KTM… Chi vincerà in Catalunya? L’analisi dei ritmi