MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò e il pronostico su Andrea Dovizioso

Secondo round MotoGP ad Aragon decisivo per Andrea Dovizioso e Ducati. Secondo Aleix Espargarò le Suzuki sono favorite a Valencia e Portimao.

22 ottobre 2020 - 21:26

Sarà un altro week-end MotoGP con temperature piuttosto basse ad Aragon. A farne le spese non solo Ducati e Yamaha, ma anche l’Aprilia. Aleix Espargarò ha lamentato non poche difficoltà nei sorpassi durante l’ultimo round, complice anche l’assenza di un ulteriore step decisivo nell’evoluzione della RS-GP. Nonostante la partenza dalla terza fila il pilota di Andorra non è andato oltre il 13° posto. Un risultato che ha deluso le aspettative: “Mi aspettavo di più perché sono stato competitivo qui negli anni scorsi“.

La mancanza di grip

Il problema principale era la mancanza di grip al posteriore. Questo l’elemento che ha fatto la differenza al MotorLand più che altrove. “Abbiamo analizzato tutto e purtroppo la nostra moto non funziona bene quando fa freddo – ha aggiunto Aleix Espargarò -. Non possiamo usare il grip sulla ruota posteriore, soffriamo molto. Abbiamo provato molte cose durante il fine settimana, abbiamo avuto anche molti problemi tecnici, ma il problema principale in gara era che non avevo grip“.

Si lavora sui dati raccolti nell’ultimo appuntamento MotoGP, nella speranza che le temperature siano più clementi. Nel box Aprilia si proverà una modifica al setting per consentire alle RS-GP una migliore aderenza in curva. Ma il maggiore dei fratelli Espargarò vede gli avversari un passo avanti. “Le tre Honda avevano molta trazione ed erano molto forti in gara. Anche Yamaha e Ducati hanno sofferto in termini di grip della ruota posteriore. Sono molto preoccupato, odio guidare in queste condizioni perché la moto non funziona“.

Le basse temperature

Le previsioni non sono ottimistiche dato che a Valencia e Portimao si correrà nel mese di novembre. Un calendario d’emergenza dettato dall’emergenza Coronavirus e con cui bisogna fare i conti, forse anche nella prossima stagione MotoGP. “Abbiamo avuto alcune idee con gli ingegneri per migliorare l’aderenza sulla ruota posteriore. Ma non sarà più facile, farà freddo a Valencia… Questa non è una scusa, questa è la verità. Sembra che il prossimo anno avremo un calendario simile, con tante gare in Europa verso la fine dell’anno. Di solito sono più veloce nella prima metà della stagione, quando fa più caldo e quando corriamo all’estero“.

Il pronostico su Dovizioso

Il prossimo week-end MotoGP ad Aragon sarà decisivo per la corsa al titolo mondiale. Secondo Aleix Espargarò sarà l’ultima buona occasione per Andrea Dovizioso, che nel 2021 potrebbe vestire la livrea Aprilia. “Dovizioso non è abbastanza veloce quest’anno, ma è distaccato di soli 15 punti. Andrea è uno dei migliori piloti al mondo secondo me, ma le quattro gare rimanenti si svolgeranno solo su tre piste. Non sarà facile perché penso che la Suzuki sarà molto competitiva a Valencia e Portimao. Sono tracciati molto stretti dove la Suzuki si adatterà molto bene. Se la Ducati non riesce a battere la Suzuki qui ad Aragona – ha concluso il catalano dell’Aprilia -, penso che Joan e Suzuki siano le più forti contendenti al titolo“.

Foto: Getty Images

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torino Suzuki MotoGP

MotoGP: la maglia celebrativa del Torino F.C. per il Mondiale Suzuki

MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: la “gabbia” della MotoGP e la libertà del motocross

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”