MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò boccia Jorge Lorenzo: “Non so se sia pronto”

Jorge Lorenzo potrebbe diventare tester Aprilia nella prossima stagione MotoGP. Ma Aleix Espargarò ha dei dubbi sul suo livello di preparazione fisica.

5 novembre 2020 - 21:37

Jorge Lorenzo potrebbe diventare il nuovo collaudatore Aprilia nella prossima stagione MotoGP, dopo la rottura definitiva con Yamaha. Ma Aleix Espargarò nutre qualche dubbio sul contributo che potrebbe apportare il maiorchino. Soprattutto se le sue prestazioni sono quelle viste nel recente test di Portimao. Questo è il pensiero di Aleix Espargarò che non ha mai nutrito una particolare simpatia per il cinque volte iridato. Inoltre la RS-GP è una moto molto diversa dall’agile M1. “L’impegno dovrebbe essere ancora maggiore che se guidi una Yamaha. Devi spingerti al limite e spingere in ogni curva, ad ogni giro devi rischiare più degli altri“.

Aleix dubita della preparazione di Jorge

Il maggiore dei fratelli Espargaró non mette in dubbio il talento e la velocità di Jorge Lorenzo. Ma alla pari di Valentino Rossi dovrebbe garantire agli uomini di Noale un impegno superiore a quello dato nel suo anno in Yamaha. “Penso che il livello mostrato da Jorge a Portimao non sia sufficiente per aiutarmi a sviluppare la moto“, ha detto Aleix a Valencia. “Se Jorge vuole davvero essere veloce e competitivo, può essere un pilota molto veloce. Ma al momento penso che la situazione non sia facile per lui“.

Difficile negare la professionalità del tre volte campione della MotoGP. Ad eccezione della brutta parentesi con la Honda, in Ducati ha dimostrato di saper essere vincente anche con una MotoGP differente dalla sua amata M1. “E’ uno dei migliori piloti degli ultimi 20 anni“. D’altro canto dovrebbe offrire maggiori garanzie ad Aprilia. “Non so se ha voglia di impegnarsi, se fisicamente è pronto, lo sa soltanto lui“.

Bradley Smith non ha rinnovato con la casa di Noale, quindi è alla ricerca di un collaudatore. “Aprilia sta cercando piloti veloci, il mercato non è facile. Stanno lavorando per aiutarmi, per rendere la squadra più forte. Ma come abbiamo visto a Portimao il livello di Jorge non è dei migliori – ha concluso Aleix Espargarò –. Vedremo se ha voglia di unirsi a noi e di aiutarmi“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: “C’è chi va in pensione e chi è troppo vecchio”

MotoGP, la storia: Jarama, sede del GP di Spagna e non solo

Tatsuki Suzuki Moto3

ESCLUSIVA Tatsuki Suzuki: “Superpole in Moto3? Solo se…” (Parte 1)