MotoGP, Marc Marquez

Marc Marquez avvisa Dorna sul format: “Deve cambiare strategia”

Marc Marquez considera 20 gare in una stagione MotoGP il limite. Viceversa Dorna dovrebbe rivedere il format dei week-end: "Siamo esseri umani".

6 febbraio 2020 - 10:39

Marc Marquez è pronto per il primo test MotoGP del 2020 pur in condizioni non ottimali. Tre giorni per studiare gli aggiornamenti apportati alla RC213V sebbene il carattere della moto non varierà di molto rispetto alla scorsa stagione. Difficile fare meglio del 2019, ma il Cabroncito proverà a ripetersi per dare l’assalto al suo nono titolo e pareggiare i conti storici con Valentino Rossi. “Non chiedo di migliorare i miei risultati dello scorso anno perché è stata una stagione molto buona. Ma voglio bissare quanto fatto nel 2019. Tuttavia, in Qatar inizieremo tutti con zero punti. Successivamente, farò di tutto per competere con la giusta mentalità ogni fine settimana e lottare sempre per il podio. Vogliamo fare quanti più punti possibili per tornare in testa alla fine del Mondiale“.

MARQUEZ AVVISA DORNA

Sarà una stagione particolare, non solo per l’arrivo di Alex Marquez nel box Repsol Honda. Sarà la prima stagione MotoGP con 20 GP, con l’aggiunta della tappa in Finlandia. Dal 2021 si parla addirittura di 21 gare, ma Marc Marquez fa risuonare un primo campanello d’allarme. Dorna ridurrà il numero di test invernali, arriverà quasi ad azzerarli, ma non sembra soddisfare le esigenze dei piloti. A farsi portavoce delle richieste è il fenomeno di Cervera, poco disponibile a superare il limite delle 20 gare. Salvo accettare modifiche sostanziali del programma dei week-end. “Sembra che in futuro ci saranno più gare. Secondo me, Dorna deve cambiare la strategia per compilare un calendario. Perché siamo anche umani“.

Da tempo si vocifera di ridurre da tre a due le giornate del format prove libere-qualifiche-gara. Solo in questo modo il maggior carico di GP potrebbe essere accettato senza troppi sforzi. “Secondo me 20 tappe sono sufficienti – ha aggiunto Marc Marquez -. Se vuoi aggiungere altro, Dorna deve cambiare la strategia. Perché, più corse, ovviamente significa più impegno per tutti“. Gli organizzatori della MotoGP sono prossimi a storiche decisioni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP, Crutchlow scopre le carte: “Con Honda è finita, Aprilia stimolante”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e Yamaha Petronas: ipotesi contratto biennale

MotoGP, Cal Crutchlow

MotoGP: Il destino di Andrea Iannone, Cal Crutchlow e il potere degli sponsor