Dovizioso, Petrucci e Pirro, arrivo al Mugello lungo le vie della Toscana

Andrea Dovizioso, Danilo Petrucci e Michele Pirro protagonisti di un viaggio speciale verso il Mugello. Il resoconto della giornata e le parole dei piloti.

30 maggio 2019 - 8:10

Il Gran Premio d’Italia è un grande evento per tutti i piloti di casa, ma per Ducati ha un sapore davvero speciale. Andrea Dovizioso, Danilo Petrucci ed il tester/wild card Michele Pirro sono stati i protagonisti di un arrivo davvero con stile sul tracciato toscano. Percorrendo le vie della regione ed i suoi spettacolari paesaggi, i tre piloti sono arrivati così al Mugello, un’apertura memorabile di un appuntamento mondiale importante.

L’avventura degli uomini in rosso è cominciata al Museo Ducati a Borgo Panigale, con un evento su aerodinamica e ‘anatomia della velocità’ tenuto dal CEO Claudio Domenicali e dal General Manager Luigi Dall’Igna. Da lì Dovizioso, Petrucci e Pirro si sono infilati la tuta e si sono messi in sella alle loro Multistrada. Hanno attraversato il Passo della Futa, valico dell’Appennino tosco-emiliano, percorrendo la campagna e l’insieme di colline che caratterizzano la regione. Un tratto davvero spettacolare, con i piloti poi fermatisi per la pausa pranzo.

Una volta rifocillati, i tre piloti hanno continuato la loro traversata incontrando cittadine ed altri piccoli paesi, prima di raggiungere l’Autodromo del Mugello. In un contesto più ‘familiare’, il trio ha percorso il tracciato con le proprie Multistrada, prima di passare alle proprie Desmosedici. Per completare così la giornata, Dovizioso, Petrucci e Pirro sono saliti in sella alle loro moto da competizione per un primo assaggio della pista.

“Non mi sono mai avvicinato ad una gara così, specialmente con una Multistrada” ha dichiarato Andrea Dovizioso. “Il tempo non è stato ottimale, ma è stata davvero una grande esperienza.” ‘Dovi’ tocca quota 300 GP in carriera questo fine settimana. “Un bel numero! Sono contento di arrivare al Mugello in questo momento della stagione, per noi è un ottimo tracciato ed abbiamo bisogno di risultati importanti. Dopo Le Mans, qui abbiamo la possibilità di lottare con Marc.”

“Ogni anno arrivo al Mugello in modo diverso!” ha aggiunto Danilo Petrucci. “L’anno scorso con una Lamborghini, stavolta in sella ad una Multistrada. Non avevo mai provato questa moto, abbiamo percorso splendide strade lungo il viaggio. Per un italiano correre al Mugello è sempre speciale, soprattutto con una Ducati, e per me è la prima volta con i colori ufficiali. Vogliamo fare bene, sarà un fine settimana difficile ma corriamo in casa.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Max Biaggi

Max Biaggi: “Lorenzo in Ducati positivo per il campionato”

Valentino Rossi

Luca Cadalora: “Márquez spaventoso, Rossi non ha più 20 anni”

folger motogp kymiring

MotoGP: Concluso il primo test al KymiRing