MotoGP, Valentino Rossi a Losail

MotoGP, Valentino Rossi: “Ho seguito il consiglio di Zeelenberg”

Valentino Rossi chiude la prima uscita MotoGP con Petronas SRT. Massima collaborazione con Wilco Zeelenberg, si giustifica per il tono di voce alta ai box.

15 marzo 2021 - 9:59

Valentino Rossi nei test MotoGP in Qatar ha realizzato il suo miglior giro di sempre sul circuito di Losail. Non servirà certo a disegnare sogni iridati, ma il 42enne del team Petronas può ritenersi soddisfatto della sua prestazione. Quello di Doha è un circuito tradizionalmente favorevole alle M1, quindi si dovrà attendere quantomeno Portimao prima di trarre le prime conclusioni. Stimolante la nuova avventura che sta vivendo il Dottore in questo finale di carriera. Nuova moto, nuova squadra, nuovo compagno di team. E, presto, una nuova squadra che esordirà in MotoGP dal 2022…

L’esordio in Petronas

Pronto a rimettersi in gioco, ad ascoltare i consigli del nuovo team. A cominciare dal team manager Wilco Zeelenberg che lo ha invitato a non scervellarsi troppo sulla telemetria. Suggerimento pienamente accolto da Valentino Rossi: “L’anno scorso ho cercato di dedicare meno tempo all’analisi dei dati. Adesso cerco di concentrarmi maggiormente sullo stile di guida, che è importante. Deve esserci un equilibrio. Mi piace lavorare sodo, è la mia passione. Ma ho seguito il consiglio di Wilco“.

Nei test IRTA in Qatar ha inaugurato ufficialmente la convivenza ai box con l’amico di Tavullia: “Franco è il miglior compagno di squadra”. Tanto che ha sorriso dinanzi alla voce “grossa” del Dottore… “Il problema è che ho sempre i tappi nelle orecchie ai box. Di solito non li tolgo durante i test. E purtroppo urli perché non riesci a sentire bene la tua stessa voce“, si è scusato il veterano. “A volte li tolgo e poi mi rendo conto che sto davvero urlando. Devo stare attento“.

La convivenza con Franky

Sin dal primo giorno si è adattato alle richieste del team malese. Ha rinunciato ad alcuni storici collaboratori e al suo angolo sinistro nella ‘scatola’. “Wilco è venuto da me e ha detto: ‘Ho qualcosa di importante da dirvi. Credo che Franco debba restare a sinistra, quindi devi andare dall’altra parte’. Ho solo detto: “Sì, va bene così”. Non importa che tu sia a destra o a sinistra, non cambia molto. Franco è in squadra da due anni e se è contento a sinistra, io sono contento a destra“.

Conclusa la preseason MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli sono ritornati a Tavullia per proseguire la preparazione invernale. Ma il 2021 si avvicina alla primavera, con la speranza di veder fiorire sogni di gloria. Poco più di una settimana di riposo e allenamenti, prima di ritornare a Losail e iniziare la nuova stagione. “Franco è il miglior compagno di squadra che potessi avere. Siamo amici, ci alleniamo a casa con ogni tipo di moto… Al Ranch, nel motocross, sulla R1. Siamo una bella squadra – ha concluso il pesarese – e speriamo di essere entrambi competitivi“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

marc marquez motogp

MotoGP, Marc Márquez: “Che sorpresa il 6° posto, mi vedevo lento!”

Moto2 GP Portimao, Prove 2: Joe Roberts si conferma, 5° Bezzecchi

bagnaia motogp

MotoGP GP Portimao, Prove 2: svetta Bagnaia, Marc Marquez in top ten