Marc Marquez pilota Repsol Honda

MotoGP, Marc Marquez a Sepang per battere il record di Jorge Lorenzo

Marc Marquez, a quota 373 punti, a Sepang può battere il record di Jorge Lorenzo, che nel 2010 conquistò un bottino punti pari a 383.

30 ottobre 2019 - 15:06

Marc Marquez l’ha detto chiaro e tondo: non è il momento di fermarsi. Dopo la conquista del Mondiale piloti in Thailandia, del titolo costruttori a Motegi, dopo aver superato le 54 vittorie di Mick Dohaan in Australia, adesso mette nel mirino un altro record. Il compagno di squadra Jorge Lorenzo detiene il record di 383 punti conquistati nel 2010 in 18 gare. Il campione del mondo MotoGP conta già 373 punti dopo 17 gare quest’anno, basterebbero 10 punti per eguagliare il maiorchino.

A due gare dalla fine del campionato Marc Marquez ha ben due gare a disposizione per superare il record di Jorge Lorenzo. Ma di certo non ha nessuna intenzione di gestire in Malesia, dal momento che c’è in ballo ancora la Triple Crown. Dopo il trionfo di Phillip Island il team Repsol Honda dista una sola lunghezza da Ducati nel Mondiale per team. Per dirla alla Puig sarebbe un’impresa incredibile aggiudicarsi anche il terzo titolo, considerando che Lorenzo ha contribuito ben poco a questa classifica con i suoi risultati deludenti.

Già in Francia, Marc Marquez ha fissato un altro traguardo nella storia della Honda aggiudicandosi la 300^ vittoria della classe regina per il team giapponese. Inoltre, non solo per numero di vittorie, ma anche per numero di titoli il Cabroncito è al primo posto negli annali della Honda. “Non voglio pensarci molto, mi sento davvero bene con la Honda, quindi mi divertirò con tutto il team Repsol Honda“. Forse per scaramanzia il fenomeno di Cervera non vuole sentire parlare di record. “Dobbiamo goderci questi dolci momenti perché non possiamo dire quale sarà il futuro. Forse la prossima stagione dovremo lottare di più“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fenati test privati jerez

Moto2-Moto3: La pioggia pone fine ai test a Jerez

Andrea Iannone a Valencia

MotoGP, Andrea Iannone spegne l’incendio: “Giri motore troppo alti”

Alberto Puig team manager HRC

Puig: “Alex Marquez alto, eravamo abituati a Dani Pedrosa”