jack miller motogp

MotoGP: Jack Miller, dedizione totale a caccia del sogno Mondiale

Jack Miller, massima concentrazione per l'obiettivo iridato. Con qualche sacrificio, ma il pilota Ducati è carico come non mai. "Ho una grande occasione."

15 giugno 2021 - 23:24

È un grande sogno (certo unito alla passione) quello che spinge tutti i piloti ad intraprendere questa carriera. Non è da meno Jack Miller, che punta decisamente molto in alto in questa sua stagione MotoGP coi colori Ducati factory. Una ‘promozione’ all’interno della fabbrica di Borgo Panigale che gli ha dato ancora maggiore fiducia nei suoi mezzi, nonché la giusta dose di determinazione. Con nientemeno che un obiettivo primario, ovvero la corona iridata. Non mancheranno sacrifici, ma il pilota australiano vuole con tutte le sue forze quell’obiettivo ed è totalmente concentrato su questo. Il fresco rinnovo, due vittorie, un podio e la terza piazza iridata sono un primo passo.

“Ho una grande occasione tra le mani, è qualcosa che non capita spesso. Devo quindi sacrificare tutto per quest’obiettivo finale.” Con queste parole Jack Miller esprime la sua ferma intenzione di essere grande protagonista in questo 2021. Mettendo da parte anche impegni familiari. “Durante la pausa estiva mia sorella si sposerà e certo vorrei davvero esserci” ha ammesso a motogp.com. “Ma fare due settimane di quarantena dall’altra parte del mondo a metà stagione, quando ci sono cinque settimane di stop… Non sarebbe la scelta più saggia. Devo solo pensare a lottare per il titolo, rimanere concentrato totalmente su quello.”

“Ogni anno sono sempre più forte, lo sento come pilota e persona.” Quest’anno con una pressione extra: è uno dei ragazzi di punta del team ufficiale, una situazione ben diversa rispetto a quando faceva parte di un team clienti. Ma conscio del fatto che l’unica persona a cui deve rendere conto è se stesso. “Devo solo sapere che ho fatto tutto il possibile ed esserne soddisfatto” ha sottolineato. “Sono qui perché amo le moto, l’unica persona che devo rendere felice è me stesso. In un certo senso è un gioco egoista, ma devo pensare solo a quello che faccio: sarà un aspetto chiave per la stagione.”

Si preannuncia una lotta serrata: Quartararo è al comando, non sono lontane le rosse di Zarco, dello stesso Miller e di Bagnaia. Occhio poi al ritorno delle KTM… “Tutti determinati a superarsi. È un bene per la competizione e per il campionato.” Senza far mancare l’ormai costante ringraziamento a fabbrica, squadra, test team e piloti precedenti per il livello attuale. “Abbiamo uno dei pacchetti più competitivi.” Con la mente ora fissa sul bottino grosso in classe regina: un’altra accoppiata pilota australiano-team italiano, con un precedente che ha già fatto gioire tutti i tifosi della rossa in quel glorioso 2007…

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”