MotoGP Jerez Circuit

MotoGP, il protocollo Dorna: app, accessi e programma di Jerez

MotoGP al via il 15 luglio a Jerez con una giornata di Test. Dorna presenta il protocollo: ammessi solo 40 giornalisti della TV, obbligo di mascherine FFP2.

7 giugno 2020 - 9:32

Poco più di un mese all’inizio della stagione MotoGP a Jerez e Dorna inizia a far trapelare il protocollo sanitario e organizzativo. Prima di ogni evento bisognerà presentare gli esiti dei tamponi negativi, i test sierologici e munirsi di mascherine FFP2. Tutti i dipendenti del paddock dovranno scaricare un’App, seguire appositi percorsi, sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea. Niente umbrella girls né giornalisti della carta stampata e online, ammessi solo 40 addetti all’informazione televisiva e una dozzina di fotografi. Queste e altre norme sono raccolte in un documento di 30 pagine che ora sono al vaglio di team e organizzatori locali.

PERSONE NEL PADDOCK

La MotoGP nell’anno del Coronavirus sarà sicuramente fuori dagli schemi tradizionali. Inizialmente senza spettatori sugli spalti (potrebbero esserci a Misano) né ospiti nel paddock, con le squadre costrette a lavorare con un numero ristretto di tecnici e meccanici. Solo 1600 persone avranno accesso al paddock, di cui 860 per team e fornitori, 250 uomini della Dorna, 40 giornalisti TV, 450 membri del circuito. I team factory della classe regina avranno a disposizione 45 dipendenti, 25 i team satelliti, 12 per i team di Moto2 e Moto3 oltre ai tecnici essenziali in supporto delle scuderie.

TEST, APP E GRIGLIA

L’entrata nel paddock sarà consentita solo al personale che, quattro giorni prima dell’evento, avrà fornito tamponi negativi e test sierologici. I risultati delle analisi verranno inviati alla Dorna tramite apposita App. Inoltre nel parco chiuso potranno accedere solo due membri di team per pilota e in griglia di partenza solo 6 membri per ogni pilota di MotoGP, 4 più il team manager per i piloti di Moto2 e Moto3. Dopo i primi due GP a Jerez le norme potrebbero essere allentate in base alla situazione sanitaria.

IL PROGRAMMA DI JEREZ

Per quanto concerne il primo week-end di gara a Jerez fissata la giornata di test per mercoledì 15 luglio. Si comincerà alle 8:30 del mattino con la MotoE, a seguire le tre classi del Motomondiale. La prima sessione di prove libere si terrà venerdì alle 9 con la Moto3, a seguire MotoGP, Moto2 e MotoE. In quest’ordine si alterneranno anche nel sabato delle qualifiche. Nella domenica di gara aprirà i battenti la MotoE, alle 11 i piloti della classe cadetta inizieranno la loro seconda gara stagionale. Alle 14:00 primo round del 2020 per la Top Class.

Foto: Facebook

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joan Mir campione del mondo 2020

MotoGP, Joan Mir: “Al Ranch di Valentino Rossi con una super Suzuki”

moto2 jerez

Moto2, la pioggia rovina la prima giornata di test privati a Jerez

granado motoe

MotoE UFFICIALE Granado-WithU Motorsport per un 2021 da protagonisti