morbidelli motogp

MotoGP: Franco Morbidelli, un 3° posto con la moto più lenta

Franco Morbidelli gran terzo nella prima giornata di prove libere al Mugello. "Mi sento orgoglioso, è una motivazione in più."

28 maggio 2021 - 19:37

La top 3 del venerdì al Mugello vede protagonista anche Franco Morbidelli. Il vice-campione MotoGP in carica è riuscito all’ultimo a risalire in alto, chiudendo la prima giornata sul mitico tracciato toscano con il terzo miglior tempo delle FP2 e quindi combinato. Un risultato certamente ancora più di rilievo se andiamo a guardare la lista delle velocità registrate oggi. L’alfiere Petronas SRT e la sua M1 infatti si trovano proprio in coda. Guardate voi stessi…

“Fin da subito è stato bellissimo tornare a guidare su questo tracciato. È impressionante, oggi mi sono davvero divertito.” Franco Morbidelli commenta così le prime due sessioni di prove libere completate sull’Autodromo del Mugello. “Ma soprattutto sono riuscito ad essere veloce con le mescole soft, di questo sono soddisfatto. Dobbiamo però lavorare ancora per capire meglio il nostro livello con le gomme usate, ma finora l’inizio è stato davvero buono.”

Gli si ricorda una volta di più che guida una M1 del 2019, che su questa pista presenta una velocità di circa 20 km/h inferiore rispetto agli altri piloti. “Certo è un numero impressionante… Sembra che qui al Mugello accusiamo qualche difficoltà in più, stiamo lavorando per cercare di migliorare.” Nonostante tutto però ha chiuso 3°. “È bello vedermi lì, quando poi in classifica di velocità sono così lontano mi sento orgoglioso. Vuol dire che stiamo facendo qualcosa di grande, questo mi dà una motivazione extra per continuare.” 

Per quanto riguarda le gomme, “Oggi la media funzionava molto bene. Ma da dire che non ho provato la dura, e la soft l’ho messa solo per un giro. Non abbiamo ancora le idee chiare per quanto riguarda le mescole da gara.” Non manca anche un commento sul traffico trovato in pista: eloquente per esempio il gesticolare di Quartararo in tal senso. “Stranamente è stato difficile realizzare un giro pulito, in molti hanno aspettato la scia giusta. Ma questo è un tracciato in cui riesci a fare bene se hai un buon riferimento, e non parlo solo di scia.”

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

1 commento

makiland
12:00, 29 maggio 2021

Qualcuno ti scoprirà … Sei un Grande Pilota e meriti gli allori più alti, li avrai, ma non con queste moto di sicuro, questo Team Petronas è uno stagno … ci vorrebbe un Overcraft e non una moto per venirne fuori, io li detesto ‘sti Malesi !!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha