MotoGP, Pecco Bagnaia e Andrea Dovizioso

MotoGP, Ducati: Miller-Bagnaia (o Zarco) costano la metà di Dovizioso

Nella stagione MotoGP 2021 il team Ducati punterà su Miller, Bagnaia, Zarco, Martin. I loro ingaggi insieme non arrivano a quello odierno di Dovizioso.

26 agosto 2020 - 9:52

Ducati inizia a tracciare la line-up piloti per la stagione MotoGP 2021. Al momento i nomi certi sono Jack Miller nel team factory, Pecco Bagnaia e Johann Zarco cui ancora deve essere assegnato il box. Jorge Martin verrà annunciato a settembre, Enea Bastianini è quasi certo. Ma chi sostituirà Andrea Dovizioso?

Secondo logica sarà Pecco a salire nel team factory, con il francese destinato in Pramac insieme a Jorge Martin. D’altronde il divorzio da Andrea Dovizioso permette di redistribuire le risorse finanziare. Bagnaia passerebbe dagli attuali 500mila euro a circa 750mila euro, stessa cifra per Zarco, mentre Jack Miller percepirebbe intorno ai 900mila. L’infortunio di Pecco ha rallentato il processo decisionale, quindi Ducati vuole attendere le due gare di Misano prima di ufficializzare le formazioni dei tre team.

Soldi, sponsor e ingaggi

Avintia è un altro nodo da sciogliere. Enea Bastianini ha impressionato Borgo Panigale con le due vittorie consecutive di Jerez-2 e Brno. Ma circola insistentemente anche il nome di Luca Marini, fratello di Valentino Rossi e attuale leader della classe Moto2. Non è da escludere che il team licenzi Tito Rabat anzitempo (contratto in scadenza nel 2021) per le pessime prestazioni. Ma il pilota spagnolo porta sponsor e soldi e di questi tempi non se ne può fare a meno.

Tirando le somme il Ducati Team factory dal prossimo anno avrà una coppia di piloti che costerà non più di 1,7 milioni di euro. Meno della metà di quanto sarebbe costato il solo Andrea Dovizioso. E il fattore economico di questi tempi non è certamente secondario. Anche Pit Beirer di KTM aveva ritenuto eccessivamente alte le richieste del vicecampione MotoGP. Simone Battistella ha ammesso in parte l’errore, ritenendo il mese di giugno un periodo dove ancora non erano prevedibili le conseguenze economiche del Covid-19. Adesso bisognerà fare meglio i conti…

3 commenti

Ringhietto
12:14, 26 agosto 2020

Ragionamento che potrebbe drammaticamente valere per ogni dipendente in questo periodo…

Comunque tornando alle considerazioni dell’articolo, nessuno dei citati é mai stato vicecampione del mondo per 3 stagioni consecutive…

    giammarle_14427893
    12:29, 26 agosto 2020

    Nessuno dei citati è mai stato nel team ufficiale…

Macx
10:41, 26 agosto 2020

Ragionamenti da applicare per l’assunzione di un manovale in boita.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mandalika sag team moto2

Moto2: Ecco il Pertamina Mandalika SAG Team, Lüthi primo pilota

Beirer Petrucci KTM MotoGP 2021

MotoGP, Danilo Petrucci: “KTM può essere la mia ultima chance”

MotoGP, la storia: Kreidler e la 50cc, una categoria dimenticata (parte 1)