12 Maggio 2024

MotoGP, Acosta la prende con filosofia “A Le Mans uno zero è tradizione…”

Pedro Acosta si sentiva molto competitivo, c'è quindi rammarico per l'incidente dopo appena due giri. E senza di lui KTM è sparita...

acosta-crash-motogp-le-mans

Nel GP di Francia disputato oggi Pedro Acosta ha messo a referto il suo primo errore in MotoGP. Il debuttante di GASGAS Tech3 infatti al secondo giro è incappato in una scivolata, proprio quando aveva già raggiunto la zona podio e stava sferrando l’attacco a Di Giannantonio ed Espargaro. Ma la “maledizione” di Le Mans continua: nel suo quadriennio mondiale infatti Acosta ha concluso la tappa francese solamente nel suo unico anno in Moto3. Lo spagnolo la prende con filosofia e guarda già oltre con fiducia, e ne ha ragione: tolto lui, nessun’altra KTM è stata in grado di avvicinarsi alle posizioni di rilievo…

Poteva essere un altro podio MotoGP

I netti protagonisti della corsa sono stati Jorge Martin, Marc Marquez e Francesco Bagnaia. Sembrava però che pure Pedro Acosta fosse in grado di tenere il passo del trio Ducati, lui stesso lo sottolinea. “La gara non è stata troppo veloce come ritmo e noi eravamo rapidi. Potevamo stare nel gruppo di Martin, Pecco, Marc…” ha dichiarato il pilota di Mazarron, come riportano i colleghi di Motosan. “Oggi era una giornata in cui dovevamo essere competitivi, la velocità c’era” ha ammesso Acosta. Non nasconde però che la RC16 non ancora a punto. “Abbiamo un problema ormai costante, che si lega a tante altre cose” ha dichiarato, senza scendere però nei dettagli. “Nel warm up avevamo fatto un passo avanti e in gara mi sentivo molto meglio, ma dobbiamo ancora imparare molto. Quando risolveremo il problema faremo un grande passo avanti.”

“È una tradizione”

Trattandosi di un esordiente in MotoGP, l’errore in gara prima o poi doveva arrivare. È capitato proprio al Circuito Bugatti, sul quale a quanto pare la fortuna fatica a sorridergli. “È diventata una tradizione fare uno zero a Le Mans” ha infatti scherzato Pedro Acosta, ricordando i due precedenti Moto2. Guarda però già avanti: “Da questo momento le cose andranno meglio, prendiamo i lati positivi anche dai momenti brutti.” Chiaramente rimane però del rammarico per una corsa conclusa anzitempo. “La caduta è arrivata in un momento in cui la moto era davvero competitiva” ha sottolineato Acosta. Come detto, guarda però gli aspetti positivi: “Siamo competitivi e veloci in più o meno qualsiasi situazione, non va così male. Abbiamo fatto un grande passo avanti.”

Foto: motogp.com

Lascia un commento