aldeguer motoe

MotoE Austria, Prove 3: Fermín Aldeguer ad un decimo dal record

Fermín Aldeguer piazza il miglior crono dei due giorni nell'ultimo turno di libere. Seguono Matteo Ferrari e Lukas Tulovic, 9° Alessandro Zaccone.

14 agosto 2021 - 8:51

Ultima sessione di libere prima della E-Pole, in testa c’è un pilota all’esordio nella categoria. Fermín Aldeguer si mette in evidenza in quest’orario insolito per la MotoE, realizzando il miglior crono dei due giorni. Oltre ad essersi fermato ad appena un decimo dal record assoluto della classe elettrica, un 1:35.028 realizzato da Garzó nel 2019 (anno dell’unica tappa austriaca finora di questa categoria). Continua a farsi vedere anche Matteo Ferrari, secondo in questa sessione davanti a Lukas Tulovic, mentre il leader Alessandro Zaccone stampa il nono crono del turno. Gli orari del Gran Premio.

Prove libere 3

Un orario strano per vedere la MotoE in azione, ma scatta così il terzo ed ultimo turno di prove libere per decidere l’ordine di partenza della E-Pole. Cielo un po’ nuvoloso e temperature attorno ai 20° C per la classe elettrica, con Granado che per primo guadagna la pista, seguito dal leader in campionato Zaccone e via via da tutti gli altri. Il tempo di riferimento finora è un 1:35.697 stampato nelle FP2 da Aegerter, che il pilota brasiliano avvicina sensibilmente in poco tempo. Ma nei minuti finali il best lap di questi due giorni viene riscritto, mentre finisce a referto anche un incidente per l’esordiente Valtulini, sostituto di Casadei per questo round. Svetta Fermín Aldeguer, che piazza la sua Energica Ego Corsa al comando, tenendola fino alla bandiera scacchi ed avvicinandosi parecchio al record assoluto (). Matteo Ferrari continua a mostrarsi in forma ed è secondo, davanti a Lukas Tulovic, mentre Alessandro Zaccone chiude col 9° tempo.

La classifica FP3 

La classifica combinata 

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

zaccone moto2

ESCLUSIVA Alessandro Zaccone: “In Moto2 ‘dal nulla’ è già un successo”

american racing team moto2

Moto2: American Racing Team, ecco il “sogno americano” del 2022

MotoGP, Darryn Binder

MotoGP, Razali: “Facile criticare la scelta di prendere Binder”