suzuki moto3 qatar

Moto3, Qatar: Tatsuki Suzuki firma la prima pole del 2020

Tatsuki Suzuki conquista la pole position in Qatar con annesso nuovo tempo record. In prima fila Fernández e Arenas, più lontani gli italiani.

7 marzo 2020 - 15:55

Prima pole position del 2020 e nuovo record in pole. Si chiude così un sabato trionfale per Tatsuki Suzuki, risalito dalla Q1 fino a conquistare la prima casella in griglia di partenza. Solo 8 millesimi impediscono a Raúl Fernández di scalzarlo all’ultimo, ma lo spagnolo porta il sorriso sul volto di Aki Ajo. Terza piazza per Albert Arenas, miglior italiano Andrea Migno 7°, 10° Tony Arbolino, chiamati alla rimonta Celestino Vietti 16° e Romano Fenati 18°.

Si comincia con tutti i piloti rimasti fuori dalle prime 14 posizioni in classifica combinata. La pista di Losail è tutta per l’assalto ai primi quattro posti. Sul finale rischia Salač, a terra senza completare il suo ultimo giro: da 3° che era, perde infatti l’accesso alla Q2. Non manca un contatto tra un furente López e Suzuki. Rivediamo insomma scene già notate nelle libere: tanto traffico, giochi di scie, rallentamenti ‘calcolati’. Da vedere se in seguito arriveranno penalità. Nel frattempo passano il turno Gabriel Rodrigo, Tatsuki Suzuki, Jeremy Alcoba ed Albert Arenas, Foggia il primo degli esclusi.

Occupati gli ultimi quattro posti, ora abbiamo i 18 piloti al via per la prima lotta per la pole position del 2020. Battaglia che si infiamma fin da subito, con qualche tempo anche al di sotto del muro di 2:05 (il sole sta tramontando e le temperature sono più basse). In arrivo dalla Q2 si mette subito in evidenza Tatsuki Suzuki, provvisoriamente davanti ad Arenas e Binder, mentre problemi tecnici fermano anzitempo Rodrigo. La prima casella non cambia, è il ‘giapporiccionese’ a conquistare la prima pole del 2020. Seconda casella per appena 8 millesimi per Raúl Fernández, terzo è Albert Arenas.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez e Alex Marquez

MotoGP, Alex e Marc Marquez vicini ad un nuovo focolaio: HRC in allerta

rabat motogp

MotoGP, Tito Rabat: “Johann Zarco lotta solo in pista, non fuori”

Sete Gibernau

Sete Gibernau: “Valentino Rossi genera odio sui suoi avversari”