ayumu sasaki moto3

Moto3, il primo podio di Ayumu Sasaki: “Dopo quattro anni duri, eccomi!”

Ayumu Sasaki festeggia il primo podio, un bel secondo posto nel GP di Teruel. Poncharal: "Sta lavorando duramente e trascorrendo l'anno lontano dal suo paese..."

26 ottobre 2020 - 12:06

Un altro giovane giapponese si è unito alla lista dei piloti del Sol Levante saliti sul podio del Motomondiale. Ayumu Sasaki è riuscito a raggiungere la seconda posizione nel Gran Premio di Teruel, realizzando un’altra solida gara da protagonista fin dal via. Nessun intoppo stavolta, nessun incidente, anzi riesce ad emergere nella battaglia finale con un ottimo spunto, che lo lascia a soli 39 millesimi dal vincitore. Alla sua quarta stagione Moto3, la prima in sella ad una KTM, ecco il primo risultato di peso. Festa anche in Tech3, al debutto quest’anno nella entry class e quindi al primo podio nella categoria.

VIDEO Ultimo giro da cardiopalma in Moto3

“Dopo quattro anni molto difficili, eccomi sul podio!” L’ex campione Asia Talent Cup e Red Bull Rookies Cup dice già molto solo con questa frase. C’è tanto lavoro dietro questo sudato secondo posto. “L’inizio di stagione non è stato semplice, anche per un po’ di sfortuna, ma ho cominciato piano piano a capire su cosa dovevo lavorare. In questa gara sapevo di essere competitivo, ma mi sono concentrato soprattutto sugli ultimi giri. Certo, eravamo anche davvero vicini alla vittoria… Ma sono molto contento. Mancano tre GP alla fine: possiamo migliorare ancora e iniziare a pensare a lottare per il titolo l’anno prossimo.”

Certo non sta nella pelle Hervé Poncharal. “Che giornata, il primo podio Moto3 nel nostro anno d’esordio!” Una grande giornata per Tech3, che raccoglie un grande risultato anche nella classe minore. “È una categoria davvero difficile e dobbiamo ancora migliorare in qualifica, un aspetto chiave.” Solo parole di lode poi per Ayumu Sasaki. “È stato grande negli ultimi due giri. Gli si poteva vedere tutta la determinazione e la voglia incredibile di salire sul podio.” Ma sottolinea anche che “Sta lavorando duramente e sta trascorrendo l’intero anno lontano dal suo paese. Lo voglio ringraziare per la sua dedizione.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Herve Poncharal

Hervé Poncharal: “Tech3 in MotoGP fino al 2026”

binder motogp

MotoGP, fratelli vincenti: dai Milani ai Binder, tutti i vincitori di GP

MotoGé, Franco Morbidelli pilota Yamaha Petronas

MotoGP, Franco Morbidelli: una Yamaha factory? No, grazie