arenas moto3

Moto3: Arenas vs Ogura vs Vietti, il punto sulla top 3 mondiale

Arriviamo al GP di Teruel con Albert Arenas sempre leader, e qualche punticino in più su Ai Ogura e Celestino Vietti. Ma la battaglia mondiale rimane apertissima.

20 ottobre 2020 - 15:21

La classifica iridata Moto3 non ha subito particolari scossoni dopo il Gran Premio di Aragón. Albert Arenas è sempre al comando con 144 punti, Ai Ogura mantiene la seconda casella con 131, Celestino Vietti è 3° con 126. Il pilota spagnolo, complice un ultimo giro non proprio perfetto, non è riuscito di sfruttare le difficoltà (per gomme sbagliate) in cui sono incappati i colleghi. Non incolmabile quindi il divario tra i tre piloti, anzi in una stagione così imprevedibile la matematica tiene in gioco anche molti altri. Loro però appaiono i più papabili eredi di Lorenzo Dalla Porta. Da valutare le possibilità di Tony Arbolino, 4° ma attualmente in isolamento precauzionale.

Albert Arenas si è ripreso la leadership iridata ed è determinato a consolidarla. Battagliero protagonista per tutta la gara di domenica, non è stato davvero soddisfatto del settimo posto alla bandiera a scacchi. Vuole ben di più nell’evento di Teruel, con stampato in mente l’obiettivo di lasciare la categoria da campione del mondo. Questo weekend si corre appunto di nuovo al MotorLand Aragón, l’ennesimo doppio round di questa stagione 2020, ripartendo da quanto fatto pochi giorni fa. Obiettivo principale è l’allungo iridato, cercando quindi di sfruttare meglio le eventuali difficoltà dei diretti rivali in ottica iridata. “Correre sulla stessa pista ci aiuterà a capire cosa ci è mancato domenica” ha sottolineato l’attuale leader Moto3.

Per Ai Ogura invece è un periodo piuttosto complesso, forse più di quanto ci si aspettasse. A podio in sei delle prime otto gare, una prima parte di campionato da incorniciare, ora non sembra più trovare la quadra. Solo 11° in Catalunya, 9° in Francia, 14° ad Aragón: ultime gare difficili per il giovane giapponese, che ricordiamo però è appena al secondo anno completo (e forse anche l’ultimo…) in Moto3. Una scelta sbagliata di gomme (la hard posteriore) ha condizionato la sua domenica: buon 8° in griglia, è precipitato fin da subito molto indietro, costretto a risalire con difficoltà. Ma ha una pronta occasione di riscatto nel GP di Teruel. “Lavoreremo duramente sull’anteriore, ma ci sono tanti dettagli che possiamo migliorare” aveva dichiarato a gara conclusa.

Nemmeno Celestino Vietti (anche lui sembra diretto verso la Moto2…) ha vissuto una gara memorabile la scorsa settimana. Dopo aver conquistato la seconda casella in griglia di partenza, le aspettative erano davvero alte. Come il collega Honda Team Asia, anche lui ha scelto la hard posteriore, forse sperando di ripetere lo stesso colpaccio riuscito a Le Mans. Stavolta però non ha pagato: tante posizioni perse al via, segue una lenta e difficile rimonta fino alla nona piazza al traguardo. Limita certo i danni, ma ha perso qualche altro punticino da Arenas: una circostanza che lo porta ad essere ancora più carico per questo nuovo GP. “Ho fatto fatica nei primi giri” aveva ammesso ‘Celin’. “Mi aspettavo di più, eravamo davvero competitivi.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

jorge martin motogp

MotoGP: Jorge Martín, triplo intervento riuscito. Rientro al Mugello?

motogp iker lecuona

MotoGP: Iker Lecuona, così non va. Poncharal: “Non so cosa dire”

remy gardner moto2

Moto2, Remy Gardner: “Bravo Raúl, ma la prossima volta vinco io!”