moto2 baldassarri qatar 2020

Sito Pons, massima fiducia in Baldassarri: “Sa come si vincono le gare”

Sito Pons riparte da Baldassarri e dal rookie Garzó. Non manca una frecciatina al suo ex pilota Fernández: "Quand'è arrivato da noi era un nessuno..."

18 marzo 2020 - 11:24

Squadra rinnovata per metà ed una prima gara del 2020 chiusa in maniera positiva. Sito Pons riparte da Lorenzo Baldassarri, ottimo 2° in Qatar, e dal rookie Hector Garzó, che ha preso il posto di Augusto Fernández. Non proprio parole al miele per il suo ex pilota, improvvisamente spostatosi in EG 0,0 Marc VDS (novembre) nonostante il rinnovo avvenuto mesi prima (a luglio). Il pensiero però va anche alla situazione attuale.

L’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus è ormai un problema globale. “La situazione è critica” ha ammesso Sito Pons, due titoli 250cc, 40 anni di esperienza nel paddock del Motomondiale e la corona 2019 a squadre. “È una situazione straordinaria, che condiziona anche gli affari, lo sport, qualsiasi cosa. Gli scienziati di tutto il mondo stanno lavorando per produrre un vaccino: quando ci riusciranno, il mondo tornerà alla normalità.”

Nell’attesa però c’è tempo per pensare al lavoro della squadra: tutte le speranze sono riposte in Lorenzo Baldassarri, che aveva fatto sognare ad inizio 2019. “Credevamo di avere la possibilità di lottare per il titolo” ha dichiarato Sito Pons. “Ha vinto tre delle prime quattro gare, poi improvvisamente si è perso. La fiducia è calata dopo qualche caduta, ma è mancata anche serenità nel suo ambiente. Ha chiuso 7°, non proprio quello che ci aspettavamo.”

“Continuiamo a credere in Lorenzo, esattamente come abbiamo fatto anche l’anno scorso” ha continuato. “Speriamo di riuscire ad essere più costanti. Sa bene come si vincono le gare, ma deve imparare da quanto fatto in passato. Ogni anno ha maggiore esperienza: mi auguro che tutto ciò possa aiutarlo a mostrare le sue capacità ed a migliorare costantemente i suoi risultati.”

Parla poi di Augusto Fernández, come detto passato ad un’altra squadra nonostante il rinnovo con FlexBox HP40. “Ci dispiace. Abbiamo lavorato tanto per portarlo a questo livello. Quand’è arrivato da noi era un ‘nessuno’, abbiamo investito tante risorse in lui ed è cresciuto costantemente. Ecco però che improvvisamente cambia team a fine anno. Chiaramente non siamo stati felici” ha spiegato Pons, mantenendo un tono diplomatico.

Serve però voltare pagina. “Abbiamo ricominciato con nuove energie e idee. Supportiamo al massimo Lorenzo ed al posto di Augusto abbiamo Hector Garzó.” In arrivo dal CEV Moto2, il pilota valenciano era stato chiamato subito da Pons durante i test privati invernali dopo l’addio di Fernández. “Un giovane all’esordio, con il quale lavoreremo molto per far sì che migliori il più presto possibile. La nostra speranza è che raggiunga un ottimo livello.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Loris Capirossi

MotoGP, Capirossi: “Per Valentino Rossi cambieremo il regolamento”

MotoGP, Marc Marquez e suo fratello Alex

MotoGP, Alex Marquez: “Marc ed io in pista non saremo fratelli”

MotoGP, Wilco Zeelenberg

Da Petronas: “Valentino Rossi e Jorge Lorenzo insieme? Tutto è possibile”