Moto2, Jerez2: Pole tricolore con Marco Bezzecchi

Prima affermazione per Marco Bezzecchi in qualifica, sua la pole a Jerez. In prima fila con lui Sam Lowes ed Enea Bastianini.

25 luglio 2020 - 15:59

Prima casella in griglia Moto2 che si tinge di tricolore grazie a Marco Bezzecchi. L’alfiere Sky VR46 conquista così la prima pole position da quando è nella categoria intermedia. Prima fila tutta italiana ‘rovinata’ da Sam Lowes, che all’ultimo riesce ad assicurarsi la seconda piazza a 37 millesimi dal poleman. Dietro di lui c’è Enea Bastianini davanti a Luca Marini, solo 15° invece il leader iridato Tetsuta Nagashima. Gara al via alle 12:20 di domenica 26 luglio, diretta Sky Sport/DAZN e differita TV8.

Q1: Bastianini, Vierge, Corsi e Schrötter in Q2

Turno pomeridiano come sempre piuttosto caldo, non solo per le temperature. Ci sono quattro posti liberi per il secondo turno di qualifiche, tutti entrano in azione fin da subito per assicurarseli. Brilla in particolare Enea Bastianini, che si porta presto al comando con un bel tempo e riesce a mantenere il piazzamento fino alla bandiera a scacchi. Con lui riescono a passare Xavi Vierge, Simone Corsi e Marcel Schrötter.

Q2: La prima di Bezzecchi

Completata la classifica dei 18 piloti nel secondo turno di qualifiche, ora scatta la battaglia per la pole position. Partenza ottimale per un trio tutto italiano composto da Bezzecchi, Bastianini e Marini, che occupano a lungo le prime tre posizioni della classifica dei tempi. Ci prova sul finale Sam Lowes, ma si ferma a 37 millesimi: è pole position tricolore con Marco Bezzecchi. Seconda piazza finale per il britannico, completa la prima fila Enea Bastianini davanti a Luca Marini, molto arretrato Tetsuta Nagashima.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joan Mir ad Aragon

MotoGP, Joan Mir neo-leader: “Non mi interessa tanto il Mondiale”

morbidelli motogp

MotoGP, Morbidelli: “Il secondo GP sulla stessa pista è sempre diverso”

marquez honda motogp

MotoGP, Alberto Puig: “Una nuova conferma dei progressi di Alex Márquez”