canet moto2

Moto2: Aron Canet, l’esordiente che continua a sorprendere

Aron Canet è sempre più vicino alla zona podio. Ottavo a Losail, lascia Jerez con un doppio 5° posto. Il rookie Moto2 vuole continuare a stupire.

28 luglio 2020 - 18:00

Nella classe Moto2 a Jerez si sono fatti notare i ragazzi italiani, che hanno monopolizzato il podio, ma non solo. Aron Canet ha realizzato un’altra gara da ricordare nella categoria intermedia. Sul tracciato andaluso l’alfiere Aspar Team ha chiuso con un doppio quinto posto, che sommati all’ottava piazza in Qatar gli permettono di essere 4° in classifica iridata, nonché miglior spagnolo in Moto2. Proprio niente male per un esordiente, già capace di dare filo da torcere a piloti più esperti come ad esempio i connazionali Jorge Martín e Jorge Navarro.

Non parliamo poi della classifica dei rookie. Aron Canet dopo tre gare sta già prendendo il volo, complici le difficoltà dei rivali Garzó, Ramírez, Dalla Porta e Kasmayudin. Il primo è andato a punti solo nel GP di Spagna (12°), il secondo ha preso un punto domenica (15°). Il campione Moto3 in carica è al terzo zero di fila, stavolta per caduta, dopo i due precedenti piazzamenti fuori dai punti, mentre il pilota malese ha concluso solo una gara e con un 22° posto. Canet invece continua a migliorare e porta in alto anche la Speed Up: è l’unico con questa moto nelle prime 14 posizioni, un inizio complesso per il marchio vicentino.

“Sono davvero contento della gara” ha dichiarato Canet a competizione finita. “Abbiamo chiuso a Jerez con un doppio quinto posto, ma in questa seconda gara il ritmo, molto importante in questa categoria, e le sensazioni erano decisamente migliori. Sono riuscito anche a lottare con piloti come Jorge Martín e Jorge Navarro per questo risultato. Abbiamo fatto importanti passi avanti anche per quanto riguarda il feeling all’anteriore: stiamo migliorando costantemente, gara dopo gara.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Johann Zarco: “Avevo ragione a dubitare di Avintia”

espargaro motogp

MotoGP, Aleix Espargaró: “La trazione KTM? Mi sentivo in Moto2”

MotoGP Portimao 2020

MotoGP, Valentino Rossi: “Portimao come sulle montagne russe”