MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso-Ducati, nervi tesi: “Siamo in un momento critico”

Andrea Dovizioso e Ducati potrebbero chiudere la collaborazione dopo sette stagioni in MotoGP: "Siamo arrivati a un momento critico, serve una strategia".

21 gennaio 2020 - 13:25

Andrea Dovizioso si accinge a correre la sua settima stagione MotoGP in sella alla Ducati con due obiettivi. Dare l’assalto ad un titolo iridato sfiorato per tre anni consecutivi e trovare un accordo per il rinnovo di contratto. Il rapporto con Gigi Dall’Igna non è certo dei migliori e da troppo tempo il forlivese sbandiera ai quattro venti un problema in percorrenza di curva. E dice che con questa moto battere la Honda è impossibile. Il 2020 sarà una guerra di nervi da percorrere sul filo del rasoio. “Dopo due buoni ultimi anni, penso che ora siamo in un momento critico“.

Il rapporto con Ducati sembra essere ad un bivio, c’è aria di reciproca insoddisfazione. “Non abbiamo la velocità che avevamo nel 2018 – ha detto a Crash.net -. Sto parlando della velocità nelle qualifiche e ad inizio gara, quando le gomme sono fresche – ha precisato Andrea Dovizioso -. Questo ci complica la vita perché non possiamo più sviluppare la giusta strategia. Se all’inizio di un GP non hai la velocità, tutto diventa un problema“. Il vicecampione ha dovuto gestire nelle prime fasi di gara per poi sguainare il ritmo verso la fine, consentendogli di guadagnare posizioni negli ultimi giri. “Ma non è abbastanza, non puoi diventare il migliore“.

La percorrenza a centro curva resta una macchia non cancellata, sottolineata anche dal collega di box Danilo Petrucci. “Il problema è sempre lo stesso. Dobbiamo concentrarci sulla percorrenza in curva. Usiamo troppo le gomme perché acceleriamo nel mezzo delle curve per rimanere in contatto con gli altri“. Un continuo equilibrio fra preservazione della gomma e velocità che costringe a non superare il limite. “Dobbiamo stressare il pneumatico. E alla fine fa una grande differenza – ha proseguito Andrea Dovizioso -. Abbiamo bisogno di una strategia e non abbiamo ancora trovato nulla… Ne parlo da sei anni. Dopo gli ultimi due buoni anni, penso che siamo arrivati ​​a un momento critico. Tanto più con i progressi degli avversari. Abbiamo bisogno di una strategia per il futuro“.

1 commento

lorenzoursan_14190819
12:09, 21 gennaio 2020

Ottava stagione in Ducati quella che verrà per Dovizioso.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

foggia moto3

Moto3, Brno: Però, Dennis Foggia! Ecco il primo centro mondiale

Valentino Rossi nel box Yamaha

Valentino Rossi: “Da Honda a Yamaha, scelta coraggiosa e un po’ stupida”

corsi moto2

Moto2, Brno: Simone Corsi KO per frattura di un dito del piede