de angelis motoe

Alex De Angelis si ritira: “C’è sempre un giorno per smettere. È arrivato”

Alex De Angelis annuncia il suo ritiro: dopo la tappa MotoE a Le Mans non sarà più pilota professionista. Le sue parole.

8 ottobre 2020 - 12:20

La conferenza stampa MotoE è iniziata con un annuncio per tanti inaspettato. Alex De Angelis infatti si ferma, smetterà di essere un pilota dopo quest’ultimo evento a Le Mans. Non è mancata un po’ di commozione, trattandosi di ben vent’anni di carriera all’interno del paddock. Tanta esperienza in tutte le categorie, per finire con la sfida di queste due ultime stagioni nel campionato elettrico. Il pilota sammarinese è convinto: “È una decisione arrivata dal cuore.”

“Arriva sempre il momento di smettere. Ecco, quel giorno per me è arrivato.” Inizia così Alex De Angelis, che ha scelto questo evento per annunciare la fine della sua carriera. “Dire addio alle piste del Motomondiale, al paddock, ai miei colleghi e a tutto quello che è stato la mia casa per vent’anni non è assolutamente facile. Si chiude la parentesi più importante della mia vita. Vittorie, podi, gioie e dolori, ma soprattutto metà della mia vita spesa in giro per il mondo a tutta velocità.”

“Adesso sono un adulto, sono un team manager, un istruttore federale, lavoro in TV, insegno alla gente come guidare una moto in pista in sicurezza e divertendosi. Molti impegni che però non mi fanno dimenticare di essere prima di tutto (e per sempre) un pilota. Quando ho iniziato ero un ragazzino di 15 anni con i capelli da paggio e tanta voglia di “dare del gas”. Ora sono un uomo con qualche ruga ma la voglia di “dare del gas” è rimasta, anche se con uno spirito diverso.”

“Un grazie doveroso va a tutti quelli che hanno creduto in me, in primis la mia famiglia, a tutte le persone straordinarie cha hanno lavorato con me, agli amici e ai fan per avermi sempre sostenuto.” Ma non si allontanerà da quello che è stato il suo mondo per tutta la vita: continuerà come commentatore TV, ma soprattutto vuole dedicarsi alle ‘nuove leve’ del suo team nel CIV. Tutta la sua esperienza al servizio dei piccoli piloti.

Seguici su Instagram per rimanere sempre aggiornato!

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo e Andrea Iannone

MotoGP, Jorge Lorenzo-Aprilia si può fare: “Sarei il coach di Iannone”

canet moto2

Moto2, classifica rookie: Canet sempre in vantaggio, Dalla Porta quota 5

jorge martin moto2

Moto2: Jorge Martín, ultime gare prima della MotoGP. “Ducati l’opzione migliore”