MXGP, Tim Gajser

MXGP Lommel: Tim Gajser mostruoso, Tony Cairoli doppio errore

Strepitosa vittoria di Tim Gajser, adesso il poker Mondiale è ipotecato. Tony Cairoli cade due volte, il sogno Mondiale è già sfumato?

25 ottobre 2020 - 15:49

Tim Gajser in formato fenomeno sbanca il GP Lommel e approfittando del doppio errore di Tony Cairoli ipoteca il quarto Mondiale della sua carriera, il terzo in top class. Restano ancora tre GP ma la superiorità dello sloveno di Honda HRC è tale che non si vede chi possa fermarlo. Primo in qualifica, imprendibile in gara 1, Tim Gajser ha compiuto un autentico capolavoro nella manche finale. E’ partito davanti, ma ha commesso un errore rialzandosi in ottava posizione, lontanissimo dal francese Romain Febvre (Kawasaki). Ma il pilota gestito dal team italiano Gariboldi non ha mollato: ha cominciato a macinare avversari e anche se avrebbe potuto calmarsi e portare a casa punti sicuri, ha voluto vincere a tutti i costi gara e GP. Nel finale è piombato alle spalle di Febvre, che ha agevolato i piani di Gajser commettendo un errore.

Il calvario di Tony Cairoli

Tony Cairoli è caduto al primo salto, ripartendo ultimissimo. Poi nella rimonta ha commesso un altro errore, terminando decimo questo calvario. Il fuoriclasse KTM ha concluso quinto nella classifica combinata, perdendo 19 punti nei confronti di Gajser. Adesso sono 74 i punti di vantaggio del capolista Honda HRC , cioè un GP e mezzo dei tre che restano. Romain Febrve ha salvato il secondo posto, precedendo Jeremy Seewer (Yamaha).

Adesso si torna in Italia

Archiviato il trittico di Lommel, la MXGP si rimette in viaggio verso l’Italia per l’epilogo di questo strano campionato in diciotto tappe concentrate in tre mesi. Il Mondiale si deciderà a Pietramurata, tracciato trentino nei pressi di Arco. Il fondo è in terra dura, sia Tony Cairoli che Tim Gajser qui hanno già vinto. Nuovo trittico in vista: si corre domenica 1 novembre, mercoledi 4 novembre e infine domenica 8 novembre. Fatica e condizioni meteo giocheranno, come sempre un ruolo decisivo.

Classifica Mondiale dopo 15 GP su 18 

1.Gajser (Slo-Honda) punti 583; 2. Cairoli (Ita-KTM) 509; 3. Seewer (Svi-Yamaha) 499; 4. Prado (Spa-KTM) 476; 5. Febvre (Fra-Kawasaki) 465; 6. Paulin (Fra-Yamaha) 403; 7. Coldenhoff (Ola-GasGas) 375; 8. Desalle (Bel-Kawasaki) 362; 9. Van Horebeek (Bel-Honda) 289; 10. Herlings (Ola-KTM) 263.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

tony cairoli mxgp

Tony Cairoli, nuova sfida a quattro ruote al Tuscan Rewind 2020

Gajser Cairoli MXGP

MXGP, Tim Gajser: “Cairoli un campione, 35 anni e sempre al top”

mxgp

MXGP: Tutte le novità del calendario (provvisorio) del Mondiale 2021