MXGP, Tony Cairoli

MXGP Faenza: Jeffrey Herlings si infortuna, Tony Cairoli quarto in gara 1

Si riapre il Mondiale: l'olandese cade in prova e non parte, Tony Cairoli recupera 18 punti e risale a -42 dalla vetta. Jeremy Seewer vince la prima manche

9 settembre 2020 - 13:50

L’infortunio in prova di Jeffrey Herlings riporta Tony Cairoli clamorosamente in gioco per la conquista del decimo Mondiale Motocross. Il GP Città di Faenza, settimo appuntamento iridato, si è aperto al mattino con la grave caduta del fuoriclasse olandese, trasportato in ospedale a Bologna. Questo colpo di scena, ancora prima del via, ha spianato la strada agli inseguitori, a cominciare dall’italiano. Jeffrey Herlings infatti capeggiava il campionato con 60 punti di margine su Tony Cairoli. Con il quarto posto nella prima manche il pilota siciliano risale a -42 punti, con la possibilità di dare un’altra bella sforbiciata nella seconda sfida che partirà alle 16:10. Il successo parziale è andato allo svizzero Jeremy Seewer (Yamaha).

Tony Cairoli prudente

TC222 è rimasto un pò intruppato alla prima curva, uscendone in quinta posizione. Ha impiegato diversi giri per sbarazzarsi dell’australiano Mitchell Evans, mentre davanti allungavano. In particolare Jorge Prado, poi vittima del solito calo, e soprattutto Jeremy Seewer. Lo svizzero era finito due volte secondo, sullo stesso tracciato, domenica scorsa, in scia a Jeffrey Herlings. Il podio è stato completato dallo stesso Jorge Prado (KTM) e dal redivio Romain Febrve (Kawasaki).  Tony Cairoli comunque non molla: sarà una seconda sfida bollente.

Jeffrey Herlings in ospedale 

Il fuoriclasse olandese è caduto durante le prove del mattino, infortunandosi in maniera molto seria. Dopo i primi soccorsi in circuito, è stato portato in ospedale a Bologna per ulteriori controlli. Jeffrey Herlings ovviamente non si è potuto schierare al cancello di partenza. L’entità dell’infortunio non è ancora definita in via ufficiale, ma si parla di assenza probabilmente prolungata dalle piste del Mondiale. Domenica scorsa, sempre a Faenza, Jeffrey Herlings aveva dominato firmando la 90° affermazione iridata. L’olandese, 26 anni, ha già vinto quattro Mondiali: tre nella MX2 (under 23) e nella top class 2018. La sua carriera però è anche costellata di infortuni, l’ultimo all’inizio della stagione 2019 costatagli la possibilità di difendere il titolo.

 

1 commento

fzanellat_12215005
23:48, 9 settembre 2020

Ok tanti infortuni ma il palmares parla di 90 vittorie
a 25 anni.Parliamo di un fenomeno assoluto come Tony
o Everts.Purtroppo ha solo un difetto:non corre mai per
arrivare 2°.Questa mentalità gli procura molti rischi durante l’anno.Auguri al fuoriclasse di pronta guarigione.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

mxgp patagonia

MXGP: ufficiale, l’evento in Patagonia-Argentina posticipato al 2021

MXGP

MXGP: presentato il tris di Mantova, ammessi mille spettatori al giorno

MXGP, Tony Cairoli 1° nel Mondiale: “Fantastico avere la tabella rossa”