Superbike, Scott Redding ad Aragon

Superbike, Scott Redding: “Fan***, usa le slick… fallo e basta”

Scott Redding vince Gara-2 Superbike ad Aragon con la sua Ducati Panigale V4R. Un successo arrivato grazie all'azzardo delle gomme slick.

23 maggio 2021 - 19:41

Nella Superpole Race ha sbagliato strategia gomme, ma nella seconda gara di Superbike ad Aragon l’azzardo si è rivelato vincente. Unico pilota a montare gomme slick insieme a Jonas Folger, sin dal primo giro si era capito che la decisione fosse quella giusta. In parte è una questione di fortuna, perché dal cielo plumbeo sul MotorLand se fossero cadute anche poche gocce l’esito sarebbe cambiato. Dopo il primo week-end Scott Redding ha 40 punti ed è terzo in classifica, davanti ci sono le Kawasaki di Jonathan Rea a 57 e Alex Lowes a quota 45 punti. Fra una settimana si replica all’Estoril.

La scommessa vincente

4° in Gara-1, 8° nella gara sprint, 1° nel secondo match. Il britannico della Ducati può ritenersi abbastanza soddisfatto, ma il trionfo di domenica è in gran parte frutto del suo coraggio. “Nella gara sprint, il 70 percento della decisione sugli pneumatici era del team e il 30 percento mia“, ha spiegato Redding. “Quando non ha funzionato, nessuno di noi due era felice. In Gara-2 la scelta toccava a me. Ma è più facile a dirsi che a farsi. Sono uscito dai box con le intermedie, ho fatto due giri e ho pensato che fosse bagnato. In griglia le gomme venivano cambiate costantemente e le sospensioni venivano modificate. Ho pensato, Fuck, Fuck, Fuck, usa le slick per la parte anteriore e posteriore! Fanculo, fallo e basta“.

D’altronde ai nastri di partenza non pioveva e sull’asfalto c’erano solo alcune macchie di umido. Il vicecampione Superbike ha rischiato una scivolata al primo giro, l’assetto della sua Panigale V4R era da pioggia, non c’è stato il tempo di cambiare. “Non sono abituato a guidare una moto con assetto da pioggia e gomme da asciutto. In alcuni punti di frenata mi sentivo lento, ma avevo un buon vantaggio e non dovevo stressarmi: ero in grado di gestire la situazione senza rischi… Questa vittoria fa bene a me e alla squadra. Ma Jonathan è arrivato secondo. È così che funziona in questo momento“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding salta nel vuoto: “Non so cosa attendermi in BMW”

motogp 2021

MotoGP/SBK: cambia il limite d’età per Mondiali e campionati minori

Superbike BMW

Superbike, BMW cala gli assi: Baz e Laverty UFFICIALI nel 2022