Superbike, Jonathan Rea

Superbike Qatar, Superpole Race: Jonathan Rea pareggia il conto

Il fuoriclasse della Kawasaki scappa via e firma il 16° trionfo, pareggiando i conti con Alvaro Bautista. Alle 19 l'ultima sfida Mondiale

26 ottobre 2019 - 15:20

Jonathan Rea, che fenomeno: in Qatar ha sbancato anche la Superpole Race, replicando alla perfezione la cavalcata in solitario della seria prima. Uno scatto perfetto dalla pole, e poi sempre “In Testa”, che non a caso è il titolo della sua autobiografia. Adesso sono sedici vittorie in stagione, quante Alvaro Bautista stavolta relegato al secondo posto. Se pensiamo che il Mondiale era cominciato con un impressionante 0-11 a favore dello spagnolo, si capisce perchè la Ducati abbia perso la rotta nella seconda parte di campionato.

JONATHAN REA CI TIENE….

Con il quinto Mondiale in tasca da due round, Jonathan Rea vuole prendersi proprio tutto. Rispetto a gara 1 ha montato la gomma posteriore  soffice (tipo A), più adatta alla superiore temperatura d’asfalto. Al secondo giro ha stampato il nuovo primato della pista, 1’56″687, scappando alla conquista dell’87° successo iridato. Che gli vale la pole anche nell’ultima gara di stagione. Alvaro Bautista scatterà a fianco: sarà la volta buona per assistere al confronto corpo a corpo che aspettiamo dal primo round, e che finora non abbiamo mai goduto?

TOPRAK, BOBINA ROTTA

Non ha preso il via Toprak Razgatlioglu, rientrato in corsia box al termine del giro di lancio. “Sfortuna nera, Toprak non ha potuto prendere il via per il cedimento della bobina sullo schieramento” ha spiegato Manuel Puccetti. Per il pilota turco è l’ultimo giorno con la formazione italiana con cui era approdato all’Europeo Supersport, nel 2015. Nel 2020 sarà in Yamaha, al posto di Alex Lowes.

CHAZ DAVIES RESTA INDIETRO

Stavolta al ducatista gallese non è riuscita la miracolosa partenza del giorno prima. E’ rimasto intruppato e in appena dieci giri non è andato oltre il quinto posto. Davanti a lui Alex Lowes, che aveva rischiato la gomma X, cioè supersoffice, e un Leon Haslam molto combattivo in quest’ultima uscita dell’anno. L’accordo con la Honda HRC gli ha ridato smalto…Marco Melandri, decimo, partirà dalla quarta fila nell’ultima recita di Mondiale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sylvain Guintoli, SBK

Massimo Rivola giù duro: “SBK in direzione sbagliata, Ducati ha un motore MotoGP”

Superbike, 2020

Superbike Ecco il calendario 2020, Qatar anticipato a marzo

can oncu supersport

Nuove sfide: Dalla Moto3, Can Öncü approda in World Supersport