Supersport, Randy Krummenacher

Supersport Qatar: Randy Krummenacher campione del Mondo

Lo svizzero tiene a bada Federico Caricasulo e festeggia il titolo. Vittoria finale per Lucas Mahias, con la Kawasaki

26 ottobre 2019 - 16:48

Randy Krummenacher, 29 anni, è il nuovo campione del Mondo Supersport. Nello sfida tutto-o-niente di Losail, in Qatar, il pilota svizzero ha controllato da vicino il rivale più pericoloso, Federico Caricasulo. I due sfidanti della Evan Bros Yamaha hanno perso contatto con il terzetto di testa: situazione che a Krummi è andata benissimo. Gli è bastato il quinto posto, in scia al compagno finito quarto, per battezzare il primo titolo in carriera. Nonostante la tensione della vigilia, la gara è filata liscia e tutti i piloti sono stati correttisimi.L’ultimo svizzero a vincere il Mondiale era stato Thomas Luthi in 125GP nel 2005. La gara finale di campionato è stata vinta da Lucas Mahias, iridato 2017, con la Kawasaki del team Puccetti.

NIENTE CARICA

Per recuperare otto punti al rivale, Federico doveva puntare al successo, sperando che Krummenacher restasse invischiato nel gruppo. Ma il 23enne ravennate, scattato dalla pole,  non è stato incisivo come altre volte. Ha perso contatto con il quartetto di testa e non ha più ricucito. Per lo svizzero è stato facile controllare la situazione. Jules Cluzel, il terzo incomodo, a sua volta doveva vincere a tutti i costi, sperando che i due Evan Bros si autoeliminassero. A mettere tutti d’accordo ci ha pensato un grintosissimo Lucas Mahias, sempre più re del deserto: la Kawasaki non aveva mai vinto a Losail. Cluzel è arrivato secondo, davanti allo spagnolo Isaac Vinales.

KRUMMI IN MV AGUSTA

Federico Caricasulo, pur sconfitto, si consolerà pensando al debutto in Superbike con GRT Yamaha e i galloni di pilota ufficiale Yamaha Europa. Primo test il 13-14 novembre ad Aragon. Randy Krummenacher invece resta in Supersport ma lascia la Yamaha passando in MV Agusta. La marca italiana avrà quindi il numero 1 per puntare al Mondiale che manca dal 1974.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

pata snack superbike yamaha mbe

MBE 2020: Passerella di piloti Superbike e Supersport con lo sponsor PATA

Superbike, Jonathan Rea

Jonathan Rea premiato al Crowne Plaza: “In pista né odio né amici”

Superbike, BMW

Superbike: “Ecco perchè BMW è contraria alla centralina unica”