Superbike

Superbike, ottovolante Pedercini: Konig promosso per Mandalika!

Konig come Binder e Miller: dalla Supersport300 direttamente in Superbike con Pedercini a Mandalika, che schiererà così l'8° pilota in stagione!

29 ottobre 2021 - 18:00

La squadra di Pedercini porta in pista un nuovo pilota per il finale di stagione Superbike. A Mandalika vedremo infatti in azione Oliver Konig, quest’anno impegnato nella Supersport 300 dove ha raccolto un podio a Most. Si tratta così di una promozione senza passaggio intermedio, anche se il pilota ceco non è nuovo a esperienze con le moto di grande cilindrata. Konig aveva corso nell’ultimo round del Campionato Mondiale Endurance nel 2020 (7° Superstock, 8° assoluto). Quello di Oliver sarà comunque un debutto che susciterà curiosità, visto che sarà il pilota più giovane in pista. Per il team Pedercini invece l’ennesimo cambio in un 2021 dove sono stati in tanti a salire sulla ZX-10RR della squadra di Lucio.

Loris Cresson unico superstite

Sono addirittura sei i centauri che hanno vestito i panni della compagine italiana da inizio stagione. Dopo avere iniziato la stagione con Cavalieri sono arrivati Mossey, Uribe, Epis, Ribodino (che ha sostituito Cresson in Argentina) e Solorza. Persiste invece appunto Loris Cresson, che potrà chiudere in pista la sua stagione dopo l’infortunio che lo ha costretto a fermarsi per le tre gare a Villicum. Un’annata strana con continui rimescolamenti dove Konig sarà l’ultimo cambiamento. Un weekend senza nessuna pressione dove il ceco non avrà niente da perdere. Cercasi tranquillità e stabilità invece per la squadra di Pedercini, in attesa di un 2022 tutto da scoprire.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2 Supersport

Moto2, Baldassarri pronto a lasciare e approdare in Supersport con MV?

Superbike, Alvaro Bautista con la Ducati V4R

Superbike, Serafino Foti: “Vogliamo vedere Alvaro Bautista felice”

Superbike, Alex Lowes

Superbike, Kawasaki in ansia: Alex Lowes è ancora out