Michael Rinaldi, Ducati

Superbike Montmelò Gara 2: Rinaldi trionfo Ducati, Toprak torna leader

Michael Rinaldi batte Toprak Razgatlioglu che però torna leader approfittando della crisi di Jonathan Rea solo sesto. Grave incidente per Tom Sykes investito da Lucas Mahias

19 settembre 2021 - 16:13

Michael Rinaldi abbatte le speranze di riscatto di Toprak Razgatlioglu e firma il terzo successo 2021, dopo la doppietta di Misano. La Ducati ha portato sul podio anche Scott Redding mentre Jonathan Rea sbaglia scelta di gomma anteriore e affonda in sesta posizione. Il turco torna leader mondiale con un punto di vantaggio sul Cannibale che al mattino aveva conquistato la corsa sprint. 

Michael Rinaldi, niente da fare quando va così

Michael Rinaldi è stato impeccabile. E’ partito come una furia, ha lasciato che Toprak e Rea si sfiancassero in una lotta gomito a gomito durata solo qualche giro. Quando la Kawasaki ha cominciato a soffrire l’eccessiva usura dello pneumatico anteriore, Rinaldi ha capito che era il momento giusto per lanciarsi all’offensiva. Toprak voleva vincere, lui dice sempre che non pensa al campionato. Ma contro questo Rinaldi non c’è stato niente da fare. Importante: la Ducati è partita con la posteriore SC0 (standard), a differenza di Toprak e Rea che avevano scelto la SCX, la super morbida. Una scelta che, alla distanza, ha dato frutti. Redding ha perso troppo tempo per sbarazzarsi di Alvaro Bautista, altrimenti sarebbe stata doppietta. O magari un gran duello in famiglia con Michael…

Jonathan Rea, com’è possibile?

Il campione del mondo ha azzardato la scelta dell’anteriore ultrasoffice, ma non ha pagato. Dopo un terzo di gara la Kawasaki era già in crisi con un Jonathan Rea che niente ha potuto contro il ritorno di Redding, Bautista e Locatelli. Errore che ha poche spiegazioni, visto che qui la formazione campione in carica aveva girato più degli altri, con l’obiettivo di dare scacco matto alla Yamaha. L’impressione è che la Ninja sia una coperta corta: con le gomme dure Rea non può battere Toprak, con le soffici è al limite della crisi.

Tom Sykes investito da Lucas Mahias

La corsa è stata interrotta al secondo giro per un grave incidente che ha lasciato a terra privo di conoscenza Tom Sykes. Sbalzato dalla BMW il britannico è stato centrato da Lucas Mahias. Bandiera rossa e piloti rientrati nei box. Tom ha subìto un trauma cranico, al momento non ci sono informazioni ufficiali sulla gravità delle conseguenze. Il giro prima, sempre in curva 1, era caduto Alex Lowes investito a bassissima velocità da Lachlan Epis.

Adesso si va a Jerez

Lo show Superbike continua il prossimo week end sul tracciato di Jerez, in Andalusia. Sarà la decima tappa iridata, la seconda del trittico iberico che la settimana successiva porterà i piloti sul saliscendi di Portimao, nella regione portoghese dell’Algarve. Sono due appuntamenti che potrebbero indirizzare la classifica, prima del doppio impegno extraeuropeo in Argentina (metà ottobre) e Indonesia (metà novembre). Il round nel sud est asiatico però è ancora da confermare.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “Serve una nuova moto, la caduta è colpa mia”

Supersport Cluzel

Supersport, prove Argentina: Cluzel è impressionante, Gonzalez insegue

Superbike, Toprak

Superbike Argentina Prove 2: Super Toprak, adesso chi lo prende?