Superbike, Leon Camier

Superbike, Leon Camier diventa team manager Honda HRC

Alla vigilia dei test di Jerez Honda HRC annuncia il cambio alla guida del team Superbike: l'ex Leon Camier prende il posto di Jaime Coulon

18 gennaio 2021 - 9:49

Rivoluzione in Honda HRC a due giorni dai primi test 2021 programmati a Jerez. Leon Camier, ex protagonista del Mondiale, diventa team manager della squadra ufficiale, prendendo il posto dello spagnolo Jaime Coulon a cui i giapponesi, come da prassi, “augurano il meglio per il futuro”. Il cambio alla guida della scuderia però lascia intendere che in HRC non siano rimasti affatto soddisfatti dell’unico podio 2020 firmato da Alvaro Bautista. La testa dell’ex numero uno che cade è il segnale che Honda in Superbike vuole cominciare a vincere. Da subito.

Addio alle corse

Era nell’aria che Leon Camier avrebbe interrotto la sua carriera di pilota, questa è la conferma definitiva. Nel 2019, correndo proprio per la Honda in Superbike, il britannico, oggi 33enne, si era infortunato alla spalla sinistra, saltando la seconda metà di stagione. L’infortunio si era aggravato in un nuovo incidente occorsogli ad Aragon, a novembre, alla prima uscita con la Ducati Barni che avrebbe dovuto guidare nel 2020. Un debutto mai verificatosi, perchè Leon Camier aveva gettato la spugna dopo aver inutilmente provato la funzionalità della spalla negli ultimi collaudi a Phillip Island. I legamenti dell’arto erano troppo danneggiati perchè potesse riprendere a correre.

I precedenti in Superbike da pilota

Leon Camier ha vinto due volte il campionato britannico, in 125 agli albori della carriera, e in Superbike nel 2009 con Yamaha. Nel 2010 era passato al Mondiale come pilota ufficiale Aprilia, in squadra con Max Biaggi. Fino al 2019 ha gareggiato con più marche differenti: Suzuki, BMW, MV Agusta e Honda, per complessive 223 gare disputate. Nessuna vittoria all’attivo, miglior piazzamento finale in campionato il settimo ottenuto nel 2011, seconda e ultima avventura con Aprilia. Gli resta la soddisfazione di esser salito per sette volte sul podio, sempre al terzo posto, l’ultima volta nel 2013 a Silverstone con la Suzuki.

Leon Camier “Ho anni di esperienza, so cosa serve”

Ecco le prime parole di Leon Camier nel suo nuovo ruolo, diffuse da Honda HRC. “Sono stato un pilota Honda per diverse stagioni durante la mia carriera e ora sono molto felice e orgoglioso di essere tornato in azienda per quello che è un grande cambiamento nella mia vita professionale e personale. Ringrazio Honda per la fiducia che hanno riposto in me: il progetto WorldSBK è molto importante e la nuova CBR1000RR-R FIREBLADE sembra assolutamente fantastica. Sono pronto a lavorare sodo per raggiungere i nostri obiettivi.  L’ho sempre fatto come pilota e continuerò allo stesso modo del Team Manager. Avendo corso in SBK per tanti anni, conosco molto bene il campionato e le sue sfide. Lavorando al fianco di due piloti molto forti come Alvaro e Leon, e un gruppo di persone così professionali come il Team HRC e gli ingegneri HRC, sono fiducioso che saremo in grado di raggiungere il nostro pieno potenziale e lottare per i migliori risultati. Adesso abbiamo due giorni di test a Jerez, sarà la mia prima opportunità di lavorare con il team.”

2 commenti

marcogurrier_911
10:10, 18 gennaio 2021

Così….all improvviso…Leon ex pilota?

    Katana05
    16:57, 19 gennaio 2021

    Si, beh, visti i risultati ottenuti fin qui da questa eterna promessa il ritiro non dovrebbe sconvolgere radicalmente la storia della SBK…

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tito Rabat, Superbike

Superbike: Tito Rabat di nuovo in pista, la marcia continua

Superbike Sandro Cortese

Superbike, Sandro Cortese si arrende? “Difficile pensare di correre”

Superbike, Jonathan Rea

Superbike: Test a Portimao limitati per Covid-19 Tanti dubbi sul calendario