Superbike Aragon

Superbike, le Ducati volano ad Aragon: Redding (record) lancia la sfida!

Le Ducati Superbike impressionano ad Aragon, specie quella di Scott Redding. Continua la caccia a Jonathan Rea, ma se l'avversario diventasse... Gerloff?

13 aprile 2021 - 18:21

Continua il lavoro per le squadre Superbike presenti al Motorland Aragon e anche oggi le Ducati sono assolute protagoniste. Se ieri Chaz Davies si era messo davanti a tutti, oggi Scott Redding ci ha tenuto a mettere le cose in chiaro. Il pilota di Aruba abbatte il muro del 49 al Motorland, ma anche il primato attuale appartenuto a Jonathan Rea (siglato durante la Superpole della passata stagione).

Ducati a tre punte!

Un biglietto da visita niente male per Ducati, forte anche delle belle prestazioni di Rinaldi Davies, che hanno un rapporto speciale con Aragon. La casa di Borgo Panigale quest’anno sfodera le tre punte per andare a caccia della corona di Rea Kawasaki e si presentano ai nastri di partenza con la voglia di spingere totalmente all’attacco. Un parco piloti che conta anche Tito Rabat, anche se il rookie spagnolo proveniente dalla MotoGP al momento è più staccato.

Se tra i litiganti godesse Gerloff?

Tra i tanti litiganti, però, c’è l’incomodo che potrebbe godere. Garrett Gerloff continua ad offrire prestazioni convincenti e anche nel secondo giorno di test non gira male chiudendo ad un paio di decimi da Rinaldi ed è più veloce di Davies. L’americano continua anche a stare davanti al rookie ufficiale Andrea Locatelli, che sessione dopo sessione continua a migliorare i propri riferimenti.

OK Bassani, meno Ponsson

Positiva la prestazione di un altro debuttante, Axel Bassani, che nel pomeriggio fa meglio di Rabat. Il pilota di Motocorsa aveva però fatto peggio dello spagnolo al mattino e il distacco a fine giornata è di un paio di secondi. Fa decisamente fatica, invece, Ponsson: il francese è lontano quattro secondi dal riferimento di Redding.

Di seguito i tempi della mattina e successivamente del pomeriggio (Foto: Aruba.it Racing – Ducati, Twitter).

1. Redding (GB-Ducati) 1’48”780;
2. Rinaldi (Ita-Ducati) 1’49”205;
3. Gerloff (Usa-Yamaha) 1’49”439;
4. Davies (GB-Ducati) 1’49”610;
5. Locatelli (Ita-Yamaha) 1’50”257;
6. Rabat (Spa-Ducati) 1’50”518;
7. Bassani (Ita-Ducati) 1’51”146;
8. Nozane (Gia-Yamaha) 1’51”277;
9. Ponsson (Fra-Yamaha) 1’52”269;
10. Canepa (Yamaha) 1’53”685.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Tito Rabat

Superbike, Tito Rabat ad Aragon con il bagaglio MotoGP

Jonathan Rea, Superbike

Superbike, Jonathan Rea pronto per quota 100 “Non vedo l’ora”

Superbike Kawasaki

Superbike retrospective, Kawasaki Ninja ZX-10R: Il nuovo volto della “mille” di Akashi