Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea “Voglio vaccinarmi prima possibile”

Jonathan Rea propone di scartare il risultato peggiore per evitare che contagiandosi il Mondiale possa andare in fumo. La speranza nel vaccino

23 gennaio 2021 - 20:59

Jonathan Rea teme più il Covid-19 degli avversi. “Se accade di infettarsi durante il Mondiale, la possibilità di giocarsi il titolo va in fumo. Spero di potermi vaccinare prima possibile” si augura il sei volte iridato. Che brutto momento: una volta i piloti speravano di non farsi male, adesso devono anche incrociare le dita augurandosi di cadere preda del contagio che sta cambiando le vite di tutti.

“Sarebbe meglio prevedere un paio di scarti” 

Il 33enne nordirlandese, sotto contratto a vita con la Kawasaki, è rimasto molto colpito dai casi Hamilton e Rossi, costretti a saltare rispettivamente uno e due GP in Formula 1 e MotoGP perchè positivi. “Lewis aveva già festeggiato il Mondiale, ma che sarebbe successo se la penultima gara in Bahrein fosse stata decisiva? Non ci posso neanche pensare, gli sforzi rischiamo di sfumare per pura sfortuna.” Jonathan Rea una soluzione molto pratica ce l’avrebbe. “Vista la situazione di grande incertezza, forse sarebbe meglio prevedere un paio di scarti di peggior punteggio. Questa sarebbe una polizza contro eventuali assenze di cause di forza maggiore.” Il Mondiale Superbike partirà soltanto a fine aprile, se tutto va bene: il tempo per adeguare le regole, volendo, ci sarebbe.

“Spero di potermi vaccinare presto”

Il numero uno della Superbike conta molto sul vaccino, ma chissà quando potrà farselo. “Spero prima possibile, anche se l’attesa rischia di essere lunga” teme Jonathan Rea. “Se divento immune alla malattia, io posso continuare a fare il mio lavoro, evitando il rischio che l’infezione mi possa costare molto cara.” 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike Kawasaki

Superbike, test Portimao “La Kawasaki va più forte sul dritto”

Superbike Eugene Laverty

Superbike, Eugene Laverty “Nuova BMW più potente ma la strada è lunga”

Superbike, Scott Redding

Superbike, Scott Redding sfida Jonathan Rea: “Non ho più nulla da imparare”