Toprak, Superbike

Superbike Estoril, prove 2: Stavolta comanda Toprak Razgtalioglu

Toprak Razgtalioglu domina anche la seconda sessione: per adesso il padrone dell'Estoril è il funambolo della Yamaha. Turno interrotto per caduta di Kotha Nozane, pilota OK

28 maggio 2021 - 16:44

Toprak Razgtalioglu domina anche la seconda sessione: per adesso Yamaha padrona all’Estoril. Turno fermato per caduta di Kotha Nozane a 2’36” dalla fine, pilota OK.  Il funanbolico turco non è riuscito a migliorare la prestazione del mattino, con pista decisamente più fresca, ma sembra proprio lui il pilota da battere su questo tracciato. Alla ripartenza del turno le Ducati si sono scatenate con Scott Redding arrivato a soli 50 millesimi dal battistrada, con lo scudiero Michael Rinaldi in scia. E’ il primo lampo del riminese in questa stagione.  Jonathan Rea, leader del campionato, ha concluso la FP2 al quinto posto, preceduto anche dall’altra Yamaha R1 di Garrett Gerloff. Il Cannibale però ha lavorato molto in ottica gara: anche settimana scorsa al Motorland Aragon il venerdi non aveva fatto faville.

Problemi per Chaz Davies 

Il gallese all’Estoril l’ottobre scorso aveva salutato la Ducati ufficiale vincendo a mani basse. Ma stavolta gli ha girato male: ha saltato quasi tutto il turno per una rottura meccanica. Appena quattro i giri conclusi. Nella combinata delle due sessioni Chaz Davies è ottavo, a quasi un secondo dal top.  Risale la corrente invece Tom Sykes, miglior pilota BMW: settimo in FP2, a sette decimi dalla vetta.

Alvaro Bautista-Honda, tre botti in un giorno!

L’ex ducatista è scivolato al terzo passaggio, all’ingresso della curva 1, perdendo l’anteriore. E’ stato il terzo incidente in questa giornata nerissima per la Honda HRC. Alvaro Bautista, tredicesimo tempo nella sessione, non sembra assolutamente affiatato con la Fireblade. Al Motorland Aragon, in gara 1, era volato via all’ultimo giro per un guasto al sensore del controllo di trazione. Al difficilissimo momento in pista, bisogna aggiungere le inquietudini fuori: lo spagnolo avrebbe voluto tornare in sella alla MotoGP, anche solo come tester, ma la HRC gli ha risposto picche. L’arrivo in squadra di Leon Camier in veste di team manager non sembra aver dato la svolta.

Sabato ore 15 la prima sfida

Finita la preparazione del venerdi, adesso in Portogallo si comincia a fare sul serio. Sabato 29 maggio alle 12:10 la Superpole, per definire le posizioni in griglia: ricordiamo che da questa stagione i piloti hanno a disposizione solo quindici minuti, invece di venticinque. Alle 15 partirà gara 1, sulla distanza di 18 giri: Jonathan Rea affronta il quarto impegno mondiale con 17 punti di vantaggio sul rivale Scott Redding. Toprak Razgatlioglu al Motorland Aragon ha accusato un passivo di 27 punti: urge recuperare subito terreno.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

Superbike, Jonathan Rea: “A Navarra servono le palle”

Superbike Navarra

Superbike, test Navarra: Rea, con queste Yamaha la lotta è dura!

Superbike, Jonathan Rea

Test Superbike, Jonathan Rea: “Fantastico testare a metà stagione”